New Libro

SerieTV

Links
Links
Links
Links
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Statistiche
Flag Counter
 


Robert Orel Dean

Robert Orel Dean
Robert Orel Dean

Dean è stato militare nell'Esercito Statunitense e si è congedato dopo 28 anni di carriera con il grado di sergente maggiore. Egli ha ora 83 anni e vive in Arizona dove si dedica alla meditazione e alla pratica della visione a distanza.
Ha anche sperimentato in diverse occasioni e in modi diversi eventi di uscita fuori dal corpo in uno stato di proiezione consapevole.

Dopo il congedo si è stabilito a Tucson in Arizona e si è dedicato all'ufologia. Ha preso parte a numerosi programmi radiofonici e televisivi sugli UFO e ha tenuto numerose conferenze negli USA con particolare riferimento alle tematiche della teoria del complotto sugli UFO.
Dean si considera un ricercatore professionale sugli UFO e afferma che nel periodo in cui era nell'esercito aveva un'autorizzazione speciale per accedere a documenti segreti. Mentre svolgeva servizio in Belgio presso il Quartier Generale Supremo della NATO in Europa ( SHAPE - Quartier Generale Supremo delle Potenze Alleate, ndt ) vicino a Parigi dal 1963 al 1967 con la massima abilitazione di: "Cosmic Top Secret".

Dean avrebbe letto un documento segreto intitolato The Assessment, che analizzerebbe le possibili minacce costituite dalle presunte attività svolte dagli extraterrestri sulla Terra. Tale studio sarebbe stato redatto a seguito di un'ondata di avvistamenti di UFO avvenuta in Europa nel 1961.
Nel 1992 quando lavorava come coordinatore dei servizi di emergenza della contea di Pima County in Arizona, Dean fece causa al suo datore di lavoro per discriminazione, sostenendo che era trattato ingiustamente a causa della sua credenza negli UFO. Egli ottenne un risarcimento di 16.000 dollari.

 

An assessment Book - Robert Orel Dean
An assessment Book - Robert Orel Dean

 

L'Avvenire dell'Umanità dopo il 2012, secondo Robert Dean.

 

Dopo 27 anni di servizio attivo, ha proseguito a lavorare durante un arco di 14 anni per la FEMA, pur continuando a disporre della stessa autorizzazione che gli ha aperto l'accesso a tutti i dossier politici e militari più segreti.
La FEMA ( Federal Emergency Management Agency ), l'Agenzia federale americana per le situazioni di emergenza, è un organismo governativo collegato al Dipartimento della Sicurezza interna degli Stati Uniti. Supporta la gestione delle grandi catastrofi che colpiscono il territorio nazionale americano, sia di origine naturale che legate ad attività umane o extra-umane e ne coordina tutte le operazioni di assistenza.
Nel corso delle sue missioni, Robert Dean ha gradualmente intrecciato contatti diretti e indiretti con diverse razze galattiche. Finalmente, è per la pressione di qualche amico, che ha accettato di uscire dal suo pensionamento per partecipare a conferenze pubbliche ed informare le persone della realtà extraterrestre con la quale noi stiamo per confrontarci.
Il punto di partenza della sua sorprendente carriera è stato un documento classificato Top Secret, di cui esistevano originariamente solo 3 esemplari conservati tra gli archivi; i più protetti dall'esercito americano. Questo incartamento gli è stato trasmesso da un colonnello dell'Air Force degli Stati Uniti nel 1964, mentre stava per iniziare a lavorare in Francia per la NATO e tutta la sua vita ne è rimasta sconvolta.
Il rapporto era intitolato "Una valutazione" ed aveva un sottotitolo: "Analisi di una possibile minaccia militare contro le Forze Armate in Europa". Conteneva la conclusione di un'inchiesta che doveva inizialmente determinare se i Sovietici erano implicati in fenomeni sconosciuti che i piloti d'aereo americani osservavano regolarmente nello spazio europeo all'epoca della guerra fredda. Confermava, inoltre, che immensi oggetti cilindrici non identificati percorrevano di norma, i cieli d'Europa, ma erano chiaramente guidati da forme intelligenti che non appartenevano al mondo terrestre.

 

Cylindrical object unidentified
Cylindrical object unidentified

La relazione asseriva che si trattava di missioni esplorative di origine extra-planetaria, che numerose civiltà extraterrestri erano coinvolte in queste funzioni e che questi esseri erano presenti al di sopra delle nostre teste da centinaia di anni.
Lo scritto metteva anche l'accento sul fatto, che in maggioranza non erano ostili, perché, vista la loro superiorità tecnologica, avrebbero facilmente potuto annientare l'insieme dell'Umanità in una frazione di secondo, se ne avessero avuto l'intenzione. In più, veniva messo in evidenza che almeno una delle specie alle quali appartenevano era stata identificata come originaria di un'altra dimensione. 4 razze principali di extraterrestri erano state contraddistinte visivamente e venivano menzionate nel rapporto. Una di esse sembrava in tutto simile alla nostra ( venusiana o nordica ). Un'altra aveva una corporatura, un'altezza ed una struttura somigliante a noi ma con una carnagione molto grigia e terrea ( ibrida-androide, da Orione ). La 3ª etnìa è oggi comunemente contraddistinta col nome di "Grigi" ( proveniente da Zeta Reticuli ) e la 4ª, detta Rettiliana, era descritta con pupille verticali e pelle uguale a quella delle lucertole ( di tipo reptoide, da Alpha Draconis ).
I diversi sorvoli di UFO al di sopra del nostro Pianeta, così come le loro materializzazioni e smaterializzazioni istantanee erano, secondo il rapporto, delle dimostrazioni destinate a mostrare ai militari russi e americani certi aspetti della loro superiorità tecnologica. Un programma minuziosamente stabilito sembrava delinearsi nello scenario di fondo di questi passaggi aerei, riguardo ai quali, veniva inoltre riferito che erano destinati a mutarsi progressivamente in atterraggi e in contatti con le popolazioni terrestri man mano che se ne fossero presentate le opportunità. Robert Dean ha proseguito la sua indagine esaminando altri dossier negli uffici dei suoi colleghi, poi ha continuato a condurre delle investigazioni dagli Stati Uniti dopo il suo rimpatrio. Nel corso degli anni, è riuscito a stabilire dei contatti con gli Esseri dall'aspetto umano che gli hanno confermato la loro appartenenza ad altre dimensioni. Egli, ha più volte spiegato che ai loro occhi noi siamo delle creature primitive, barbare e involute.

Humans and aliens
Humans and aliens

È convinto che una vasta manifestazione extraterrestre, comprendente in special modo le 2 razze con fattezze umane a cui siamo più vicini, avrà prossimamente luogo.
Denuncia anche la disinformazione orchestrata dai nostri governi e dai proprietari attuali dei grandi media, perché continuano a tentare in tutti i modi di screditare i numerosi contattisti e i testimoni di materializzazioni di UFO attraverso il mondo. "Bob" insiste sul fatto che i nostri rappresentanti eletti nei Parlamenti occidentali non sono per nulla in grado di porre domande ai governi in carica sulla destinazione dei budget segreti messi a loro disposizione. Quanto ai dirigenti stessi, credono che sia stato affidato loro il potere dal momento che sono stati scelti. La realtà è che essi fanno solamente finta di amministrare. Dietro di loro si nasconde il vero Governo della Terra che non è tale, bensì, un'enorme impresa mafiosa.

La sua più grande preoccupazione è di sabotare il lavoro di tutti coloro che operano all'avvento sul Pianeta di una nuova società più giusta e più fraterna. È per questo che differenti programmi come NESARA ( National Economic Security and Reformation Act – Atto Nazionale di Sicurezza e di Riforma Economica ), documento il cui testo fu originariamente ispirato da Saint-Germain o il Disclosure Project ( il Progetto di Divulgazione del Dottor Greer ), non si sono mai concretizzati in misure significative anche se votati. Il fatto di apprendere e di ottenere le prove che non siamo soli nell'Universo, causerà, ineluttabilmente, un risveglio e un'espansione di coscienza collettiva a tutta l'Umanità. Ed è ciò che gli avversari di questi progetti, vogliono evitare. Hanno deciso di mantenersi, costi quel che costi, al potere e di proseguire a controllare il nostro mondo. E per giungervi, cercano di mantenere il più a lungo possibile i popoli nella inconsapevolezza della loro realtà e delle loro oscure manipolazioni. Per fortuna, i tempi cambiano e le lingue cominciano infine a sciogliersi.

Quando si pone a Robert Dean la domanda di base, il quesito fondamentale, quello di sapere se egli è in grado di produrre una prova concreta sull'esistenza degli UFO, si limita generalmente a rispondere, non senza malizia, con questa semplice battuta:

"Gli OVNI, ma... vediamo... non esistono!!!" E quando gli si chiede come può affermare questo, proprio lui che ostenta di essere da lungo tempo in contatto con diversi extraterrestri originari di altri sistemi solari e dimensioni, aggiunge sorridendo:
«"OVNI" vuol dire "Oggetto Volante Non Identificato". Ma credetemi, tutti gli oggetti volanti attualmente nei cieli sono identificati, conosciuti e repertoriati dai governi e dai principali militari dell'intero mondo, da molto, moltissimo tempo!»

Le ricerche condotte da "Bob" Dean, sono ancor più interessanti perché non hanno alcuna implicazione di carattere religioso, filosofico, né politico.
Si basano soltanto su una serie di osservazioni concrete effettuate dall'Esercito americano che si limita a classificarle e a trattarle, astenendosi da commenti che potrebbero favorirne l'utilizzo per fini di proselitismo o per ogni altro motivo di carattere tattico o strategico. La sola ed unica ragione d'essere dei rapporti sui quali Robert Dean non ha mai smesso di lavorare è di presentare delle analisi destinate a valutare le minacce e i rischi potenziali che riguardano la sicurezza delle popolazioni. Egli asserisce che gli extraterrestri che ha avuto l'occasione di incontrare e che sono in maggior parte di aspetto umano e di origine venusiana, ci superano talmente in campo tecnologico che sarebbe oggi, allo stato attuale delle nostre conoscenze, perfettamente vano e inutile cercare di comprendere il mistero che rappresenta la loro tecnologia per la nostra Umanità.
Secondo lui, tutto ciò che noi possiamo fare, nell'immediato, è di accettare d'essere in seno all'Universo solo una specie tra migliaia di altre, considerata anche tra le più brutali e primitive.
Così, pensa che per un buon numero di noi quest'aspetto delle cose possa essere il più duro da assimilare e potrebbe costituire il più grande choc nel momento della prossima imponente manifestazione della nostra Famiglia d'oltre-spazio.
Abbiamo recentemente scoperto l'esistenza di numerosi exo-pianeti dove la vita fisica è possibile e siamo sempre di più ad accogliere l'idea di non essere soli nel Cosmo.

Pianeti extrasolari scoperti fino ad oggi
Pianeti extrasolari scoperti fino ad oggi

Ma chi accoglierà il concetto che siamo annoverati tra le creature meno evolute e più arretrate della nostra galassia?

 

Senza dubbio un manipolo tra noi o poco più.

È pertanto allo scopo di apprendere l'umiltà che il Nuovo Mondo ci schiuderà le sue porte. I nostri Fratelli e Sorelle dello spazio ci mostreranno allora il cammino atto a pervenirvi e a conoscere l'Età dell'oro che ci è stata promessa.

Ma in che cosa la fine del nostro mondo arretrato, decadente e crudele dovrebbe impensierirci?
La realtà che noi viviamo oggi è forse talmente meravigliosa e paradisiaca da aver così tanto timore di cambiarla?

Ecco ciò che dice Robert Dean a proposito degli avvenimenti che si preparano e che verosimilmente inizieranno al termine del 2012:

"Il 2012 non segnerà la fine di alcunché.

È semplicemente l'inizio di un'altra cosa. Questa data implicherà una fase di preparazione, a partire dalle settimane seguenti, che sarà caratterizzata da contatti maggiori. Ribadisco: maggiori! I sorvoli, questa sorta di esibizioni dimostrative ufologiche a cui avete tutti assistito, fosse anche attraverso registrazioni video da testimoni diretti, aumenteranno gradatamente di frequenza. Anticipo che avremo il contatto massivo, che noi siamo pronti o meno, che lo vogliamo o no.
In quel momento saremo così vicini ad auto-distruggerci non solamente con le armi termonucleari ma anche con quelle convenzionali, sia nelle nostre città come nelle campagne, in un modo tale che essi faranno irruzione nel nostro "zoo" a mettere gli orang-utan da un lato e i babbuini con gli scimpanzé dall'altro e ci diranno:

"Ecco, questo è il momento di risvegliarsi, di crescere.

E sarà il giorno dell'esame!

The awakening
The awakening

Ho sempre pensato di essere una sorta di straniero su questo Pianeta. Ma ho una relazione d'amore con la razza umana. È una specie bizzarra ma bella ed ha un futuro. È unica. Verrà il tempo in cui andremo là in alto per ritrovarvi il nostro luogo prestabilito, là dove tutto è cominciato, ovvero la nostra dimora spaziale, e questo è qualcosa che sento in me con certezza matematica. Sapete, il Pianeta Terra è conosciuto nella galassia come il più difficile per l'Anima.

Dunque, non è niente venire qui e non è per niente che ci si viene. Sono stato testimone di un vero inferno, ho vissuto 2 guerre, 3 matrimoni, ho allevato 2 figli e ne ho perduto 1 che si è suicidato e poi ho avuto numerosi contatti.
Sono stato rapito, o meglio sollevato, perché non lo percepisco come un rapimento piuttosto come un invito.

Sono stato a bordo di molti vascelli spaziali a più riprese.
E lasciatemi attestare la profondità della cultura e della civiltà che ho visto... Quando ritorno e vedo questa melma nella quale talvolta viviamo, queste atrocità, tutto ciò mi rende triste, ma fortunatamente, penso ancora a quello che può arrivare. Io so che la fine del 2012 segnerà per l'Umanità intera l'inizio di un Nuovo Principio.

E questo Nuovo Principio comporterà 3 tappe:

  1. la presa di coscienza dell'insieme degli abitanti del nostro Pianeta sul fatto che esistono altri mondi come il nostro.
  2. saremo molto vicini alla Rivelazione. In questo periodo si troveranno delle prove dell'esistenza di civiltà extraterrestri che provengono da pianeti che non esistono più. Degli scienziati potranno ricredersi dicendo: "c'era della vita su Marte, una civiltà molto avanzata, ma si è estinta da molto." E ciò costituirà uno choc ancora maggiore per le persone.
  3. in cui si affermerà: "essi ( gli alieni ) sono sempre stati lì!" La cosa più importante è di vivere senza timore.     Non potete vivere se temete la morte.


Di conseguenza, è fondamentale comprendere che si è uno Spirito eterno. In verità, non esiste passato, presente e futuro, perché da un certa prospettiva, dal punto di vista della Realtà che scopriremo molto presto, tutto è simultaneo: la vita anteriore, la vita presente e quella futura."

Un po' prima della caduta di Atlantide, i nostri Fratelli e Sorelle dello spazio erano già atterrati a bordo delle loro astronavi interstellari e tutti gli umani votati alla Saggezza e all'Amore che erano giunti sulla Terra e che avevano indirizzato ogni loro sforzo per elevare la coscienza planetaria, erano stati invitati ad imbarcarsi. Molti di noi erano già presenti a quell'epoca.

Le loro Anime hanno conservato intatto il ricordo della gioia che aveva loro apportato l'evacuazione. Altri si rammentano la penosa decisione che hanno preso di restare indietro per servire coloro che avrebbero dovuto affrontare l'implacabile choc del karma pattuito come contratto animico. La maggior parte di questi nobili e generosi Esseri continua, ancora oggi, ad impegnarsi al massimo per l'Ascensione della Terra e dell'Umanità. Le condizioni attuali sono molto simili a quelle dei tempi atlantidei. Ancora una volta, la Coscienza collettiva si è evoluta ad un più alto livello. E di nuovo, i rappresentanti della Confederazione Galattica sono qui per assistere l'Umanità nel suo periodo di Transizione. Dei ponti sono già preordinati tra la nostra Famiglia Galattica e tutti coloro, tra noi, che anelano al Cambiamento con uno Spirito aperto.
Ogni informazione tecnologica e spirituale necessaria all'Evento dell'Era Nuova è ormai disponibile e accessibile a ciascuno tra noi. È sufficiente volerlo! Tutto come all'era di Atlantide, la Terra ha una nuova opportunità di realizzare il suo potenziale glorioso. In un futuro molto vicino, i vascelli dello spazio potranno andare e venire senza che più nessuno se ne inquieti.

Gli extraterrestri verranno a visitarci e a condividere con noi regolarmente. Potremo viaggiare in libertà attraverso tutta la galassia. Un interscambio con civiltà molto più progredite della nostra, avremo l'opportunità di risolvere l'insieme dei nostri problemi ecologici, medici e sociali. Alla fine potremo crescere e diventare dei cittadini galattici responsabili.
La Confederazione Galattica è presente per assistere la Terra ad entrare in una Nuova Era meravigliosa di assistenza e di mutua cooperazione.

Ma, come dice Robert Dean, "Noi soli possiamo decidere del nostro futuro!"
 

Fonte

Intervista a Robert Orel Dean

Interview
Interview

Dean si considera un ricercatore professionale sugli UFO e afferma che nel periodo in cui era nell’esercito aveva un’autorizzazione speciale per accedere a documenti segreti. Mentre svolgeva servizio a Bruxelles presso il Quartier generale della NATO, avrebbe letto un documento segreto intitolato The Assessment già citato all'inizio ( vedi sopra ), che analizzerebbe le possibili minacce costituite dalle presunte attività svolte dagli extraterrestri sulla Terra. Tale studio sarebbe stato redatto a seguito di un’ondata di avvistamenti di UFO avvenuta in Europa nel 1961.

Qui di seguito il testo integrale tradotto in Italiano dell’intervista fatta al signor Dean dal Project Camelot.

Intervista e ripresa di Kerry Lynn Cassidy Phoenix, Arizona, Maggio 2007 di Kerry Cassidy e Bill Ryan

Tradotto da Soulseeker per Animacosmica.org

D: Bob Dean
B: Bill Ryan
K: Kerry Cassidy

Kerry Cassidy: Tu sei un vero eroe, un vero eroe per gli occhi di molte persone, perchè una volta ti sei fatto avanti e hai detto, “Ho firmato un documento ma sapete, non importa, venitemi a prendere. Andrò a dire la verità, perchè le persone hanno bisogno di sapere.”

Bob Dean: Lo hai detto, lo dirò ancora, l’ho condiviso con Bill al piano di sotto: ci ho creduto dall’inizio e lo tengo ancora nel profondo del cuore che questa è la più grande storia per l’umanità. Questa è la storia di chi siamo, come siamo arrivati qua, che tipo di specie siamo e stiamo per divenire. Questa per me è la questione più importante nella storia umana.
Non si tratta solo del fatto che non siamo soli, che non lo siamo mai stati. Abbiamo avuto quello che ho condiviso molte volte. Abbiamo avuto una relazione intima con una intelligenza avanzata extraterrestre dall’inizio della storia umana.

Questa è dinamite. Ho cercato di condividere quello che ho imparato. Ho detto a Bill e dirò a te quello che ho visto, cosa ho imparato e cosa ho concluso. Questa sarà probabilmente, credo sinceramente, la mia ultima intervista. Quindi condividerò con voi cose in cui credo fortemente e che tengo con me persino oggi, la più grande storia per l’umanità.
Questa include chi siamo; include cosa siamo come specie. Questa include come siamo arrivati qua. Ora per molti, molti anni, ho avuto l’idea che una volta avremmo potuto renderla pubblica, molti di noi ,come militari, avremmo detto cosa abbiamo visto, cosa abbiamo imparato, cosa abbiamo concluso. Esperienze che abbiamo avuto personalmente e per le quali ho pensato ingenuamente: ah, una volta rese pubbliche, la gente protesterà per saperne ancora.
“Oh dicci di più, dicci di più, dicci di più”. Quindi il governo avrebbe risposto aprendosi e raccontando al pubblico la verità. Beh, dimenticatelo; ho imparato sicuramente la lezione. Questo non è accaduto e credo non stia per accadere, perchè la storia è semplicemente troppo grande.
Questa include le nostre origini come specie, come razza.

Ho raggiunto quasi il punto in cui ho simpatizzato col governo perchè non dice la verità. Fino al punto da simpatizzare col governo, che dice che le masse non sono probabilmente pronte per la verità. Che le masse probabilmente non potrebbero gestire la verità, perchè la verità è incredibile.

E’ dinamite. Uso l’analogia del vaso di Pandora e so che avete familiarità con le antiche leggende Greche. Questo argomento sugli alieni, sulla presenza extraterrestre è il vaso di Pandora. Potete aprirlo solo di poco. Non potete aprire e fare uscire solo poco, perchè se aprite la scatola…BOOM..viene fuori tutto.
Le masse chiederanno altro, altro e altro ancora. Cosa per cui credo abbiano diritto, ma questa massa di informazioni sarebbe da terremoto, letteralmente terremoto.

Kerry Cassidy: Non ti consideri una persona comune?

Intendo dire che ovviamente sei straordinario.

Bob Dean: Ho sempre pensato di essere un ragazzo comune, si.

Kerry Cassidy: Ok e tu la gestisci. Quindi perchè..

Bob Dean: Non facilmente.

Kerry Cassidy: Non facilmente..davvero?

Bob Dean: No.

Kerry Cassidy: Puoi dirmi com’è stato?

Bob Dean: Lasciami dire questo..

Kerry Cassidy: Quando hai scoperto la prima volta…

Bob Dean: L’ho saputo per oltre 40 anni.

Kerry Cassidy: Giusto.

Bob Dean: Quando ho iniziato ad ottenere qualche informazione di ciò che era coinvolto, per me è stato come una dipendenza da droghe. Sai che non ho mai preso droghe. Bene, fumo un pochino, bevo il caffè e ora ho un bourbon e quindi.

Kerry Cassidy: ( ride ).

Bob Dean: Ma ti dico, non ho mai preso droghe.

Kerry Cassidy: Ok.

Bob Dean: E’ stato quasi come una dipendenza, quando ho imparato, ufficialmente, da documenti governativi cosa stava accadendo. Mio Dio, non posso averne a sufficienza!

Non posso imparare abbastanza. Ero vorace e ne volevo ancora e ancora. Sono divenuto una nausea per i miei amici.

E’ stato un miracolo che mi sia potuto ritirare con onore senza finire a Forth Leavenworth, che è una struttura disciplinare.

E’ una prigione, prigione militare. E’ incredibile che sia arrivato a questo punto della mia vita senza andare in galera.

Kerry Cassidy: Okay..eri molto rispettato quando hai scoperto queste informazioni? Vorresti dirci la tua carriera militare..

Bob Dean: Si, mi è stato dato un documento Cosmic Top Secret.

Kerry Cassidy: Ok.

D: Che era e che è ancora il livello di classificazione più alto della NATO.

Kerry Cassidy: Ok, ma..Cosmic Top Secret. Questo significa che ti è stato permesso di accedere ai segreti delle nostre relazioni con extraterrestri di altri pianeti?

Bob Dean: No, significa solo che mi è stato dato accesso ad un documento militare, uno studio che la NATO ha condotto dal 1961 al 1964. Quando andai allo SHAPE di Parigi nel 1963, seppi di uno studio in corso. Ho avuto un accesso a livello Top Secret quando sono arrivato, devi averlo per una particolare assegnazione. E’ stata una assegnazione per scelta, a Parigi, in quei giorni, ho preso la mia famiglia, e i miei figli andarono a scuola a Parigi. Fu una scelta quell’assegnazione e non tutti l’hanno avuta. Eri selezionato e analizzato e dovevi avere dei punti in più per arrivarci.

Kerry Cassidy: Lo so, ma, Top Secret? Eri ingenuo?

Non avevi idea..

Bob Dean: No, no, no.

Kerry Cassidy: …quando sei incappato la prima volta in questa informazione?

Bob Dean: Ho avuto dei sospetti ed ero curioso in merito agli extraterrestri.

Kerry Cassidy: Quindi hai avuto dei sospetti..

Bob Dean: Oh si. Oh si.

Kerry Cassidy: ..negli anni ’60.

Bob Dean: Sono entrato in esercito nel 1950.

Kerry Cassidy: Giusto.

Bob Dean: Ho fatto attenzione e mi piaceva leggere molto e ho sempre avuto un sospetto che accadeva molto di più la fuori rispetto a quello che ci dicono.

Kerry Cassidy: Sapevi di basi sotterranee a quel punto?

Bob Dean: No, non al tempo. Accedere a questo studio dello SHAPE nel 1964, è stato semplicemente l’antipasto per me.

Mi ha aperto la mente al punto che, Oh mio Dio, questo è reale! Non ho visto solo rapporti, studi, analisi e fotografie, c’erano anche rapporti su autopsie che ho potuto studiare. C’erano stati crash e recuperi di corpi e tutto il resto.

Kerry Cassidy: Quante pagine c’erano nel rapporto?

Bob Dean: Oh, solo lo studio era di circa un pollice e mezzo di spessore.

Kerry Cassidy: Oh, quindi era come un libro?

Bob Dean: Si. Aveva dei supplementi, supportato da circa 10 pollici di appendici e, come li chiamano..annessi.

Kerry Cassidy: Oh, davvero.

Bob Dean: Dicevi di questi. Quindi lo studio aveva delineato il problema, come fa ogni studio militare. Delineava il problema, il proposito e il significato dello studio e alcune delle conclusioni. Quindi, si riferiva agli annessi, che erano quelli che contenevano tutti i dettagli.

Kerry Cassidy: Capisco.

Bob Dean: Per esempio, c’era un annesso al recupero di corpi e autopsie, con fotografie. Quando ho avuto la possibilità di cercare in queste cose con il permesso Cosmic, che mi ha dato accesso al caveau.

Kerry Cassidy: Potevi tornarci quando volevi?

Bob Dean: Ogni volta che ero di servizio nello SHOC. SHAPE è il Supreme Headquarters delle Forze Alleate in Europa.

Lo SHOC è il Supreme Headquarters Operations Center era una stanza di guerra. Ci lavoravo regolarmente. Ero un NCO Senior al tempo, ero un Sergente Maggiore Senior e il mio lasciapassare mi permetteva..avevo una scrivania nello SHOC.
Avevo la scrivania al centro delle operazioni, ed ero in carica per dare le assegnazioni agli uomini. Ho persino eseguito questo compito per i controllori, che erano di grado O-6. Colonnelli, Capitani nella Marina. Eravamo nel mezzo della sanguinaria guerra fredda.

Kerry Cassidy: Ok, quindi durante la Guerra Fredda.

Bob Dean: Erano gli anni ’60. Sono arrivato nel 1963.

Lo studio venne completato nel 1964. Il Patto di Varsavia e la NATO vennero allineati lungo una Europa divisa. Brulicavamo con le armi. Avevamo cinquanta divisioni là. I Sovietici e il Patto di Varsavia avevano centinaia di divisioni lì. La Terza Guerra Mondiale era solo a un attimo di distanza. Ecco quanto lo è stata. Le persone giovani oggi come voi, non possono immaginare come fosse la situazione.

Kerry Cassidy: Quindi questa è una scrivania seria che avevi.

In altre parole richiede molta responsabilità.

Bob Dean: Si, ho lavorato nella War Room. Avevo accesso al caveau e il mio lasciapassare me lo permetteva.

Kerry Cassidy: Quindi siamo nel mezzo della cosiddetta Guerra Fredda e stai leggendo sulle relazioni e interazioni con le razze aliene.

Bob Dean: Lasciamo dare prima alcune ragioni per cui venne concluso questo studio. Nel febbraio del 1961, ci fu un volo di massa di oggetti non identificati, usciti dall’ Est, dall’area Sovietica del Patto di Varsavia, volando verso Ovest, passando sulle nostre linee, sulle linee NATO, sopra la Germania e sopra la Francia. Questi oggetti volavano molto in alto, molto rapidamente, in formazione, ovviamente sotto un controllo intelligente.

Kerry Cassidy: l'hai visto?


Bob Dean: Erano circolari come forma.

Kerry Cassidy: Li hai visti?

Bob Dean: No. Non mi trovavo là nel ’61.

Kerry Cassidy: Oh, è stato filmato?

Bob Dean: Oh si, ne abbiamo un filmato.

Kerry Cassidy: Davvero?. Quanti erano?

Bob Dean: Il punto è, che Gordon Cooper, che so che conoscete, uno dei famosi astronauti dei vecchi anni, ora è andato. Gordon condivise con me una volta e lo condivise pubblicamente. Disse: “quando volavo sopra la Germania negli anni ’50, potevamo vedere queste cose di continuo.

Ci chiedevamo cosa fossero, perchè era ovvio che fossero sotto un controllo intelligente. Volavano sulle nostre linee o uscivano dal settore Sovietico volando verso ovest”.

 

Come ho detto, sopra la Germania, Francia e Inghilterra. Giravano a nord sopra la costa sud dell’Inghilterra e quindi sparivano dai radar della NATO sopra il mare norvegese.

Kerry Cassidy: Ok, presumo, che il governo si fosse immaginato che non fossero Sovietici è corretto?

Bob Dean: Il governo non sapeva dall’inizio, o almeno, non la NATO, cosa fossero. Pensavamo fossero Sovietici per un periodo. Ma abbiamo capito che i Sovietici pensavano fossimo noi.

Kerry Cassidy: Ok.

Bob Dean: Volavano molto in alto, ovviamente sotto un controllo intelligente, in formazione e a volte in massa.

Il volo nel febbraio ’61 ne coinvolse un centinaio..non poterono contarli. Pensarono, oh mio Dio! E’ iniziata la Terza Guerra Mondiale.

Kerry Cassidy: Tutti entrarono in allarme. Non potevamo sparare, perchè volavano troppo alti e troppo veloci. In quei giorni non avevamo aerei e armi per averci a che fare. Erano sempre ovviamente sotto controllo intelligente.

Kerry Cassidy: per questo venne messo in opera lo studio?

Bob Dean: Lo studio venne iniziato nel ’61. Sono arrivato nel ’63. Venne concluso e pubblicato nel ’64. Questo, come ho detto, mi ha cambiato la vita.

 

Kerry Cassidy: Ok, quale fu la conclusione?

Hai detto che hanno tratto delle conclusioni?

Bob Dean: Lo studio venne impostato inizialmente per determinare se ci fosse una minaccia per le Forze Alleate in Europa. Fu uno studio militare..un semplice inizio. Cosa diavolo sta accadendo? Si tratta di una minaccia?

Kerry Cassidy: Lo era? Lo è stata?

Bob Dean: Conclusero dopo 3 anni, apparentemente no. Nessuna minaccia.

Kerry Cassidy: Davvero?

Bob Dean: Corretto. Ora la ragione per cui conclusero questo prima di tutto, la tecnologia a cui vennero esposti, la tecnologia ripetutamente dimostrata al nostro esercito, ai Sovietici, a tutti, fu così avanzata a qualsiasi cosa che avessimo mai potuto o potremo immaginare, la tecnologia non era di questo mondo. Senza giochi di parole. Se ci fosse stata una minaccia da questi esseri, chiunque fossero, lo sarebbe stata da molto tempo prima. Come uno dei nostri Generali usa dire, “avrebbero potuto fermarci l’orologio dall’inizio.” Perché dimostrarono, ripetutamente, una tecnologia che non potevamo nemmeno iniziare a sfiorare.

Kerry Cassidy: Ok questo negli anni ’60? Einsenhower non ebbe un incontro o non fece un trattato con queste persone, tempo prima?

Bob Dean: Lasciami tornare indietro per dirti che questo studio fu solo l’inizio per me.

Kerry Cassidy: Ok.

Bob Dean: Ha aperto le porte della mia mente, per dire.

Non potevo lasciar perdere, non potevo lasciar stare, non potevo allontanarmene dopo questo.

Ho continuato negli anni a imparare e a studiare e come ho detto, sono fortunato a non essere finito in prigione.
Perché ho messo gli amici al muro, ho spinto il mio permesso di sicurezza al limite. Usavo andare negli archivi dei files classificati, in mezzo ad ogni sorta di materiale per guardare fotografie e riprodurre cose che non avrei dovuto riprodurre. Ero una seccatura, ne sono sicuro.

Kerry Cassidy: Dov’è questo materiale che hai riprodotto?

Bob Dean: Vedi, sapevo tanto così ( indica con le dita ), ma volevo sapere di più ( allarga le mani ).

Kerry Cassidy: Capisco.

Bob Dean: Negli anni ho imparato così tanto ( allarga molto le braccia ).

Kerry Cassidy: Ok, ma cos’è accaduto a tutto questo materiale che hai fotocopiato o altro?

Bob Dean: Oh mio Dio.

Kerry Cassidy: E’ un segreto? E’ parte del motivo per cui non sei stato..

Bob Dean: Il materiale che ho fotocopiato non lo conservo, perchè essendo un pò intelligente, sapevo che tenere materiale classificato in possesso, che non ero autorizzato a possedere, significava galera. Come ho detto scherzando, significava finire 30 anni a Fort Leavenworth. Quindi ho distrutto tutto, ma lo tengo qua ( punta la sua testa ).

Kerry Cassidy: Ok.

Bob Dean: Ho ricordato, ho memorizzato e ho tenuto appunti per anni e anni. Ho una serie intera di appunti.

Kerry Cassidy: Ok, per tornare alla mia domanda.. teoricamente  Einsenhower ha avuto un incontro con alieni. Truman diede l’ordine di abbattere prima che tu leggessi questi studi?

Bob Dean: Einsenhower non diede questo ordine. Venne dato da un Generale dell’Air Force. Non posso ricordare l’anno, ma penso fosse nei primi anni ’60, in cui un Generale dell’Air Force diede l’ordine di abbatterli. Quest’ordine venne revocato in 90 giorni. Perdemmo circa 30 aerei. Perché quando iniziammo a sparare, loro avevano un modo unico per eliminare tutti i sistemi elettrici di un aereo. Non ci spararono proiettili.

Noi sparammo loro dei colpi, missili e tutto il resto.

Se noi attaccavamo, loro avevano una procedura incredibilmente scientifica con la quale annullare tutta l’operatività elettrica di un aereo, come per esempio i jet ad alta performance, che si trovavano a 30.000 piedi, andando alla velocità di 400-500 miglia orarie, ove all’improvviso tutto smetteva di funzionare. I piloti di jet usano dire che quegli aerei non avevano capacità di planare. Erano pesanti, troppo armati e pesanti. L’unica cosa che li teneva in volo era un potente motore che li spostava. Se perdevano i controlli elettrici, non potevano persino virare, per il bene di Dio. Perdemmo molti aerei, molti piloti si buttavano fuori. Vennero persi molti aerei. Perdemmo pochi piloti. Ora l’ordine di abbatterli venne revocato in 90 giorni.

Kerry Cassidy: Ok.

Bob Dean: Non ci riprovarono perchè impararono la lezione. Non scherzate con questi esseri.

Kerry Cassidy: Ok, ma mi stai dicendo di aver letto un rapporto in cui i militari hanno affermato che la loro tecnologia non è all’altezza e che non possono competere con "gente" che sta volando sopra il loro spazio aereo, ecc..? Sto presumendo che non conoscessero il loro modus operandi e che non sapessero cosa stavano facendo, giusto?

Bob Dean: Lasciami dire brevemente la conclusione di questi 3 anni di studio. Conclusero, che apparentemente non ci fosse una minaccia, perchè la loro ripetuta dimostrazione tecnologica era ben oltre qualsiasi cosa che potessero fare loro. Se fossero stati ostili, sarebbe finita.

Kerry Cassidy: Ok, ma la logica di questo non è, non rientra..

Bill Ryan: Lasciami continuare.

Kerry Cassidy: Solo perchè non puoi competere, non significa che non sia una minaccia. Può ancora essere una minaccia.

Bob Dean: Lasciami continuare.

Kerry Cassidy: Può esserci una minaccia implicita.

Bob Dean: Questo studio di 3 anni non rilevò alcun esempio di ostilità dalla loro parte. ( punta in alto )

Kerry Cassidy: Ok.

Bob Dean: Non abbattevano i nostri aerei. Noi sparavamo a loro, ma non serviva a nulla, era come lanciare piccoli sassolini contro qualcuno. Conclusero dopo 3 anni di studio, che non avevamo a che fare con un solo gruppo. Avevamo a che fare con almeno 4 gruppi separati. Fotografie di crash, recuperi, atterraggi e contatti, dove atterravano e contattavano persone, indicarono che erano umanoidi, tutti e 4 i gruppi.

Uno dei 4 diversi gruppi, tutti umanoidi, era così somigliante agli umani e intendo dire proprio come noi, che potrebbero sedersi vicino a noi in un ristorante o a te al cinema e tu non lo sapresti. Quello che disturbava maggiormente Ammiragli e Generali è che questi "esseri" potevano camminare su e giù per i corridoi del quartier generale SHAPE o del Pentagono o della Casa Bianca.

Kerry Cassidy: Lo fanno?

Bob Dean: Ho sempre sospettato di sì, che lo abbiano fatto.

Kerry Cassidy: Ok..ne hai incontrati?

Bob Dean: Ho incontrato una coppia che, sono convinto, proveniva da qualche altra parte, sì.

Kerry Cassidy: Ok.

Bob Dean: Ma questa è un’altra storia e potremmo stare qua fino a mezzanotte se ne parlassi. Lasciami finire quello che ti stavo dicendo sullo studio del SHAPE. La Valutazione concluse che avevamo a che fare con una tecnologia incredibilmente avanzata. Avevamo a che fare con 4 gruppi differenti, tutti umanoidi, ma un gruppo appariva totalmente umano.
Concludemmo in questo studio, che venivano da qualche altra parte. Un altro pianeta, un altro sistema stellare o forse un’altra galassia. Abbiamo concluso che non erano..ripeto, non erano ostili. Erano sicuramente capaci di difendersi. Però non avevano un’agenda obiettivi, non erano aggressivi e/o ostili, perchè non avevano devastato le nostre forze militari.

Kerry Cassidy: Questo è il periodo precedente allo scenario della abduction che poi si è presentato?

Bob Dean: Oh si. Questo fu lo studio iniziale del ’64, basato su 3 anni di ricerca dell’esercito.

Kerry Cassidy: Ora, chi ha fatto lo studio?

Bob Dean: L’esercito.

Kerry Cassidy: Ma chi nell’esercito? Penso che tu non ne abbia fatto parte?

Bob Dean: No io no. Stavo lavorando nella War Room allo SHOC. Lo studio era in corso quando arrivai. Venne creato dai membri della NATO. Erano coinvolti i Tedeschi, i Francesi e  anche degli Italiani.

Kerry Cassidy: Scienziati?

Bob Dean: E Americani..andarono alle università a prendere i migliori. Avevano storici…Oxford, Cambridge. Avevano fisici dalle migliori università d’Europa. Fu un grande studio.

Kerry Cassidy: Venne firmato da..in altre parole, hanno firmato lo studio? Hai i nomi?

Bob Dean: Gli individui che hanno contribuito, a pezzi, hanno messo le iniziali, sai, nella loro parte in particolare. C’erano antropologi, storici, geologi..

Kerry Cassidy: Ok, sai i loro nomi? Non so se mi informerai.

Bob Dean: No, conosco i nomi dei ragazzi con cui stavo allo SHAPE e che hanno letto questa dannata cosa e hanno firmato, si.

Kerry Cassidy: Ok cosa sai di quelli che hanno lavorato nello studio?

Bob Dean: No, non ne conosco i nomi, perchè come ho detto era classificato. Se mi avessero beccato anche con solo un pezzo di questo studio, sarei andato in prigione.

Kerry Cassidy: Qualcuno con cui hai lavorato però ti ha dato il testo da leggere.

Bob Dean: Ti racconterò cos’è accaduto. Una mattina, all’una o due, eravamo in uno di questi lunghi viaggi, ero annoiato a morte, il caffè era così nero da non poterlo bere, i telefoni non suonavano, i telegrafi non andavano. Era di una noia infernale.
Accade spesso. La vita militare è del 99% noia e dell’1% disastro, terrore totale. Ci trovavamo nel 99% di noia mortale, stavo seduto con il capo chinato e leggevo dei vecchi giornali magazines e altro. Il controllore in servizio al tempo era un Colonnello dell’Air Force, quello che chiamiamo O-6. Tutti i controllori erano di livello 6 e io mi occupavo delle assegnazioni dei compiti, mi guardò e ci dirigemmo nel caveau, prese uno scritto e me lo tirò sulla scrivania. Disse:


“Hey, questo ti sveglierà. Leggilo.”


Era "La Conclusione" e trattava di UFO e concludeva che degli extraterrestri "venivano" qua e da molto tempo.

Si stimava da un millennio o due. Le tracce storiche ne "La Conclusione", indicavano che i Romani dovevano farvi attenzione già due millenni fa. Lessi questa cosa, la storia era una mia materia preferita al college, buon Dio! Questa è Dinamite! Più leggevo e più volevo leggere e tutte le volte che stavo di servizio allo SHOC, dovevo andare nel caveau e rileggere.


Kerry Cassidy: Hai avuto conversazioni con questo ufficiale?


Bob Dean: Abbiamo avuto conversazioni limitate, perchè non puoi discutere del materiale classificato fuori dallo SHOC, perchè c’erano troppe orecchie. Abbiamo avuto problemi in quei giorni. Lasciami dire un’altra piccola parte della storia. Eravamo nel mezzo di una vasta battaglia di spionaggio in Francia. Se vuoi davvero saperne di più, devi leggere un libro di Leon Uris, intitolato Topaz.

Topaz by Leon Uris
Topaz by Leon Uris

Kerry Cassidy: Oh, forte.

Bob Dean: Venne riprodotto in un film.

Kerry Cassidy: Giusto.

Bob Dean: Uris lo ha rilasciato. Era in corso una battaglia di spie a Parigi. Ero lì al tempo e avremmo dovuto trovare degli ufficiali della Air Force Francese. Trovammo un Generale Francese una volta, era nei boschi fuori dallo SHAPE con un foro di proiettile in testa. A Parigi le persone saltavano fuori dagli appartamenti, fu un grande scandalo, de Gaulle era presidente.

Kerry Cassidy: Ok ma qual’era l’obiettivo della battaglia?

Bob Dean: La battaglia era Sovietica, volevano sapere cosa conoscevamo noi che loro non conoscessero. Quindi pagavano e compravano persone da tutta l’Europa, Ungheria, Francia, Germania etc..

Kerry Cassidy: Questo cos’ha a che vedere con i documenti del The Assessment?

Bob Dean: L’argomento UFO. Non arrivavano informazioni da Washington o Londra allo SHAPE sulla materia UFO.

A causa della battaglia di spie in Francia, tutto quello che arrivava a Parigi da Washington e Londra, finiva a Mosca.
C’era un ufficiale dell’Aeronautica britannica, Thomas Pike. Thomas Pike era Vice SACEUR ( Supreme Allied Commander Europe ). Era Vice Assistente del mio capo, un Generale Americano a 4 stelle col nome di Lyman Lemnitzer.

Sir Thomas Pike, dopo l’incidente del febbraio ’61, disse:

 

“Dobbiamo capire cosa diavolo sta accadendo. Non ci arriva nulla su questo argomento ne da Washington ne da Londra. Chiediamo…e loro non ci mandano nulla. Abbiamo chiesto in merito al soggetto e degli approfondimenti.

Chi sono, cosa accade? Nulla.”

Nulla, perchè tutto quello che veniva da Washington e Londra finiva a Mosca, grazie ai Francesi, Ungheresi e Tedeschi.

Quindi lo studio iniziò strettamente come idea militare per concludere cosa diavolo stesse accadendo.
Abbiamo una minaccia, si o no? Conclusero apparentemente di no, perchè questi "esseri" andavano avanti e indietro da molto tempo. La storia annessa riporta a un paio di millenni fa.

Le tracce, le fotografie, i disegni, le pitture, era materiale incredibile. Per me fu pazzesco.

Kerry Cassidy: Ok, ma questo dopo la Seconda Guerra Mondiale..

Bob Dean: Si.

Kerry Cassidy: Fu dopo che i Tedeschi, sai…il Paperclip.. ( Project Paperclip, in cui gli scienziati Nazisti vennero portati in America dopo la guerra

 

Bob Dean: La Germania venne divisa.

Kerry Cassidy: Ok, tu eri nell’ovest..

Bob Dean: Eravamo nell’Europa Occidentale.

Kerry Cassidy: Certo.

Bob Dean: Il Patto di Varsavia era per l’Europa dell’Est.

Kerry Cassidy: Stai quindi dicendo che la tecnologia usata da Hitler e dal suo gruppo, parte del quale venne portata negli Stati Uniti, non era conosciuta dall’occidente, ai membri della NATO che stavano facendo questo rapporto?

Bob Dean: Chiaramente no. Era altamente classificata.

Kerry Cassidy: Sono tutti documenti classificati. Stai dicendo che esiste una classificazione nella classificazione..

Bob Dean: Hai un documento classificato qua e quindi un documento classificato là e quelli che scrivono questo e hanno accesso a questo, non possono leggere quell’altro, perchè non hanno il “need to know” ( ndt. necessità di sapere ).
I ragazzi che hanno avuto questo e lo hanno scritto e letto e ne hanno parlato, non possono leggere l’altro, perchè è un altro documento classificato.

 

Kerry Cassidy: Ok…quindi questo Pike, giusto, è la persona in carica?

Bob Dean: Thomas Pike, Air Marshall Sir Thomas Pike, diede inizio allo studio nel febbraio del ’61 e disse..

Kerry Cassidy: Aveva il need to know.

Bob Dean: “Voglio sapere cosa diavolo sta accadendo”, quindi iniziarono lo studio.

Kerry Cassidy: C’è un qualche tipo di animosità, non so, fino a questi giorni, tra la NATO e gli USA e...

Bill Ryan: Cara. Avresti dovuto vedere l’animosità che esisteva nel quartier generale dello SHAPE.

Kerry Cassidy: Oh. Ok..

Bill Ryan: Era così brutta che i Greci e i Turchi non volevano nemmeno camminare nello stesso lato del corridoio. Cipro era un problema. Lo è ancora. Quindi abbiamo i Turchi e i Greci che non si potevano vedere e i Francesi. Uh ho ho ho ho..Scusami, benedetti i loro cuori, i Francesi erano un dolore nel fondo schiena dall’inizio.

Kerry Cassidy: Perché?


Bob Dean: Prima di tutto de Gaulle odiava il fatto che Churchill e Truman non gli avessero dato il rispetto appropriato che sentiva di meritare. Una delle cause che si verificò quando ero lì, è che la Francia si ritirò dall’Alleanza Militare. De Gaulle ci tirò fuori. Abbiamo dovuto fare i bagagli e spostare tutto da Parigi a Bruxelles. Ero lì quando accadde.

Kerry Cassidy: Ok, quando hai letto il rapporto, prima o dopo di questo?

Bob Dean: Stavo leggendo il rapporto a Parigi. Lo SHAPE era localizzato in una piccola cittadina chiamata Chatou… Rocquencourt, giusto fuori da Parigi. Avvenne una piccola battaglia Napoleonica in quelle zone. Comunque, l’animosità tra i Francesi e gli altri… i Tedeschi, gli Italiani, gli Americani e gli Inglesi erano tutti così ( chiude le mani assieme in un pugno ).

I Francesi erano là. ( punta lontano alla sua destra ).

Kerry Cassidy: Stai dicendo che la persona che ha dato inizio allo studio fu Pike?

Bob Dean: Pike.

Kerry Cassidy: Ok. Stai anche dicendo, chiaramente aveva il need to know, se aveva questi sorvoli e gli USA ne avevano sentito, anche gli Inglesi. Le persone all’apice sapevano di questo. Quindi fece il rapporto da sé…

Bob Dean: No.

Kerry Cassidy: …o qualcosa..qualcosa del genere. Aveva il need to know, quindi teoricamente…

Bob Dean: Era un Air Marshall a 5 stelle. Aveva autorità per dare inizio ad uno studio del genere e lo fece.

Kerry Cassidy: Ok, dov’è finito da lì? Lo sai? Lo hanno portato negli USA?

Bob Dean: No, no.

Kerry Cassidy: Si trova al sicuro da qualche parte?

Bob Dean: Ne hanno pubblicate 15 copie.

Kerry Cassidy: Ok.

Bob Dean: La prima, copia numero 1, finì al Segretario Generale della NATO. Non puoi immaginare che tipo di quartier generale internazionale sia. E’ come… un nido di vespe.

Kerry Cassidy: ( ride )

Bob Dean: Come ho detto, i Greci e i Turchi si guardavano male continuamente. I Francesi erano arrabbiati con tutti.

Kerry Cassidy: Ok quindi stai dicendo, 15 copie..

Bob Dean: 15 copie. Una copia agli USA, una all’Italia, una alla Francia, una all’Inghilterra e così via. 15 copie sono fuori.

Una copia, penso la 14ª o 15ª, è arrivata nel caveau dello SHOC.

Kerry Cassidy: Ok.

Bob Dean: Materiale per i controllori, i Colonnelli che guidano 24 ore al giorno la War Room.

Kerry Cassidy: Quindi non sei stato l’unico a leggerlo?

Bob Dean: Oh no, no, no. Oh no. Avevamo un Generale dell’Aeronautica Americana col nome di Robert Lee. Robert Lee lo lesse. Ho conosciuto il suo assistente molto bene…era un Tenente Colonnello. Dentro la War Room eravamo un gruppo selezionato. Abbiamo avuto tutti il più alto lasciapassare possibile. Gli uomini arruolati e gli ufficiali erano stretti.

Gli uomini arruolati…i principali di loro, la maggioranza di noi era composta da top E-7 o E-8 e un paio di E-9. Eravamo a stretto contatto e non sulla base del nome, sempre rispetto per il grado. Quando lavori in una War Room come quella e lavori a stretto contatto per anni, ci si conosce molto bene.
L’assistente del Generale Lee mi disse: “Quando il vecchio uomo ha letto questa storia, questo rapporto, The Assessment, ne è rimasto colpito come da un camion, come una tonnellata di mattoni.” Mi disse che il Generale lanciò il suo cappello sulla scrivania e disse, “Sai cosa diavolo significa questo? Tutto quello che abbiamo ottenuto, tutto quello che abbiamo fatto, tutto quello che abbiamo avuto, non significa nulla.” Lo shock fu serio. Abbiamo un Generale dell’Air Force decorato della Seconda Guerra Mondiale che è stato ovunque..Penso che guidasse i B-29 nel Pacifico…disse, “se tutto questo è vero, se è reale, quello che abbiamo, tutto il nostro esercito, la nostra Aeronautica, le nostre bombe, i nostri aerei, non servono a nulla.”
Le conclusioni dello studio dopo 3 anni, furono che sono venuti qua da molto tempo. Che loro apparentemente hanno una relazione con le origini della nostra specie. Grande shock per le persone tradizionali, particolarmente per Cristiani e Musulmani. Era interessante, perchè apparentemente non si sono rilevate minacce. Se fossero stati ostili o aggressivi, ci avrebbero abbattuti da tempo.
Ora: qual’era il loro proposito? Lo studio non fu in grado di definirlo. Diceva che il comitato militare avrebbe continuato le ricerche, cosa che mi indicava che lo studio in qualche modo è continuato…che questo documento nel ’64 fu solo un inizio.

Kerry Cassidy: Ok.

Bob Dean: Quando conclusero questo, c’erano 4 tipi diversi di extraterrestri ed uno di questi era totalmente umano, proprio come noi, questo fu uno shock ENORME per la vecchia mentalità tradizionale dei militari. Gli Ammiragli e i Generali, non possono gestire la cosa.

Kerry Cassidy: Indicava anche dei collegamenti con le religioni, che tutte le religioni del mondo..

Bob Dean: Lasciami dire. Lo studio non fu così approfondito. Fu solo un inizio per me. Fu l’iniziazione, l’evento iniziale che stimolò la mia curiosità. Mi ha lanciato in 40 anni di ricerca. Quello che ho concluso, in maggior parte è frutto di questi anni di studio. Ho continuato a scavare, ho continuato a sondare. Ho continuato a rigirare le rocce. Come ho detto, ho messo gli amici al muro.

Kerry Cassidy: Ok hai visto questo materiale e hai imparato molto. Non sei stato l’unico. Mi hai convinto di questo. Supponiamo che queste persone che hai conosciuto, lo abbiano letto. Non erano tuoi amici stretti, credo?

Bob Dean: Non erano i miei più cari amici, no.

Kerry Cassidy: Ok ma hai potuto parlare con loro e avere relazioni dopo il 1967? Hai mai confrontato gli appunti?

Bob Dean: Abbiamo formato, in quei giorni, quella che chiamiamo “la rete dei vecchi uomini”. Questa rete è stata creata da persone come me, arruolati e in disarmo. Da tutti i servizi, Aeronautica, Marines, Esercito, Marina. Come ho detto, di tutti i gradi. C’erano altri come me, così assorbiti da questo ed eccitati. Senti alcuni di loro parlare anche oggi, quelli ancora vivi, dicendo quello che ho visto, che ho imparato, che ho concluso. I rapporti che ho studiato, i contatti che so che avvengono. Alcuni di loro hanno avuto personali contatti.

Kerry Cassidy: Certo.

Bob Dean: Contatti personali con alcuni di questi esseri ( punta in su ). Phil Corso è stato un esempio. Sai chi era?

Kerry Cassidy: Assolutamente.


Bob Dean: Ho conosciuto bene Phil. Abbiamo parlato a diverse conferenze. In Italia ho potuto conoscerlo bene. Phil ha condiviso con me cose che gli sono accadute. Non solo quello che ha visto, ma di aver avuto contatti con un alieno a White Sands. Era in carica per la sicurezza quando qualcosa è entrato e il radar lo ha rilevato. Saltò nella sua auto per andare a vedere cosa diavolo fosse e li trova un UFO a terra con un ragazzo che si trova in piedi a lato dell'oggetto, Phil Corso cammina verso di lui e dice:

 

chi diavolo sei, chi sei, da dove vieni e perchè sei qua?”.

Questo individuo risponde, “Sono venuto per parlare”.

Corso gli risponde, “Sei con noi o contro di noi?”.

Semplice domanda da militare. Sei con me o contro di me?

Il ragazzo risponde: “nessuna delle 2, non siamo né con voi e né contro di voi.” Conversò con questo ragazzo per più di un’ora. Il ragazzo disse: “per favore spegni il radar, disturba il mio sistema di guida, così posso andarmene.”

Corso tornò indietro al quartier generale e spense il radar…

Ho conosciuto dozzine di persone come me nella rete dei vecchi ragazzi, eccitati ed entusiasti per questo come me.

Kerry Cassidy: Loro non sono diventati testimoni.

Qual’è la differenza?

Bob Dean: Alcuni di loro si. Alcuni hanno perso i loro impegni, alcuni hanno perso il grado.

Kerry Cassidy: Puoi fare dei nomi? Se sono divenuti testimoni, li conosci?

Bob Dean: No, no, no.

Kerry Cassidy: Cos’è successo?

Bob Dean: Molti si sono ritirati e sono morti.

Kerry Cassidy: Ok, hanno cercato di suonare il fischietto..


B: Lasciami spiegare qualcosa.

Kerry Cassidy: … ma tu hai.

Bob Dean: Sono stato una delle voci più squillanti e questa è la mia natura. Mi sono ritirato come Comandante Sergente Maggiore. Il grado mi ha dato il privilegio di aprire la bocca a tutti. I Generali, gli Ammiragli e tutti nel mezzo, vedi?

E’ un tipo di grado unico che ho.

Kerry Cassidy: Vedo.


Bob Dean: I Generali dipendono da te, perchè tu dica loro la verità che a loro piaccia o no e tu impari a dirgli la verità.

Sono diventato una grande bocca. Ho tenuto il silenzio per…quando sono uscito allo scoperto?


Kerry Cassidy: Ok dal 1967..

Bob Dean: Ho tenuto il silenzio dal ’67 al ’92 o ’91?

Credo di aver parlato dal ’91.

 

Kerry Cassidy: Ok, molto tempo.

Bob Dean: Si. Ho rispettato il mio giuramento. Ho fatto un giuramento di non condividere nulla che fosse classificato mentre ero in servizio. Se lo avessi fatto, sarei finito in prigione per 10 anni e avrei pagato circa 10.000$…


Kerry Cassidy: Ok quindi hai parlato. Cosa ti è successo?

Bob Dean: Ho parlato nel ’91 ad una conferenza di Tucson, in Arizona. Il risultato fu una monumentale frustrazione, per il fatto che il governo abbia continuato per tutti questi anni a mentire alle persone. Non stanno solo mentendo alle persone, stanno rovinando delle vite tenendo il segreto.

Ne ho avuto abbastanza.
Ho visto dei miei buoni amici, ragazzi che..hanno detto qualcosa alla persona sbagliata, nel modo sbagliato e nel momento sbagliato e sono stati spediti nei ghiacci, sai?

Kerry Cassidy: Li hanno riassegnati?

Bob Dean: Li hanno riassegnati in Islanda senza le loro famiglie. 3 anni in Islanda. Come se i Russi ti spediscono in Siberia.

Noi abbiamo questo nel nostro paese, la possibilità di fare questo. Ci sono assegnazioni qua e la, sai, non voglio usare la terminologia sbagliata per imbarazzarti ma..hai sentito il termine anus mundi?
Abbiamo posti sulla Terra con basi militari e se ti mandano la, tutti dicono, “Bye, forse non sentiremo ancora più parlare di te”, lo sai?

Kerry Cassidy: Ok, questo non è successo a te.

Bob Dean: No, a me no. Lasciami dire..

Kerry Cassidy: Perchè no? Sai perchè?

Bob Dean: Più ho imparato e più mi sono aggravato.

Nel ’91, se non sbaglio, quando ho parlato..Wendelle Stevens è un mio buon amico. Ricordi la “rete dei vecchi ragazzi”?

Il Tenente Colonnello dell’Air Force, pilota da combattimento in pensione, Wendelle, è ancora vivo a Tucson.

Noi siamo stati amici per anni. Quando mi sono ritirato dall’Esercito, ho comprato una casa a Tucson e ho scoperto di essere proprio dall’altra parte della Strada rispetto a Stevens. Lui finì in prigione. Ho sempre sospettato che sia accaduto perchè ha parlato apertamente sull’argomento.
Ora, ci sono persone che direbbero, “No, no, Wendelle ha fatto un errore e ha trasgredito alla legge”. Ha passato 3 anni in prigione. Eccoti un esempio. Le persone dicono, “E’ impazzito”. Non ho mai creduto che egli sia impazzito in questo modo. Penso che sia finito in prigione, forse a causa del suo parlare francamente. Ora, ecco a quale minaccia ti esponi.
Nel ’91 ero messo così ( si mette le mani in testa ).

Il mio primo matrimonio era sul dirupo per diverse ragioni. Avevo un nuovo lavoro. Ho preso un lavoro col Dipartimento dello Sceriffo. Stavo lavorando per FEMA come direttore del reparto emergenze. Ero frustrato aspettando che il governo raccontasse qualcosa alle persone.
Ero così arrabbiato per il fatto che non solo non ci dicono la verità, ma ci dicono ridicole bugie e distruggono la vita delle persone. Ci sono persone che hanno avuto contatti e che il governo mette in quello che definiscono, come si dice quando la polizia ti mette in protezione..?

Kerry Cassidy: Custodia protettiva, casa di sicurezza?

Bob Dean: Non proprio custodia, ti creano una vita nuova.

Kerry Cassidy: Oh si, ok.

Bob Dean: Ho visto esempi di famiglie distrutte per questo..

Kerry Cassidy: Perchè hanno parlato?

Bob Dean: Un pilota può tornare da una missione e prima che riescano ad incontrarlo, lui dice qualcosa a qualcuno:

 

“Mio Dio, avresti dovuto vedere quello che ho visto lassù! C’era questa dannata astronave che volava al mio fianco e c’erano facce al finestrino che mi guardavano!”


Questo diviene pubblico. Così questo povero figlio di pu.., lo prendono e lo mandano a Kwajalein. Credo sia qualche piccolo atollo nel mezzo del Pacifico, dove non puoi portare la famiglia. Lui finisce a Kwajalein per un tempo che solo Dio conosce, lontano dalla sua famiglia perchè ha detto una cosa.
Ho imparato tutte queste cose. Questo non è giusto. Questo non è corretto. Nessun governo, dannazione, ha il diritto di fare questo alle persone. Sono uscito dal buco in modo GRANDE.

Kerry Cassidy: Giusto.


Bob Dean: Non ho solo condiviso tutto quello che ho imparato allo SHAPE nello studio, The Assessment, che di per sè è Dinamite. La vera dinamite è tutto quello che ho appreso dopo. Ho imparato altro anche da quando mi sono ritirato dall’Esercito nel ’76.
Avevo ancora accesso. Ho lavorato per il FEMA.

Ho ottenuto l’equivalente di una Laurea in gestione dell’emergenza all’Istituto di Emmitsburg, nel Maryland.

Kerry Cassidy: Ok, ma non ti hanno mandato in Siberia o in Islanda.

Bob Dean: No, non lo fecero perchè quando ho aperto la mia grande bocca, delle persone sono venute a dirmi:

 

“Bob, questa è la tua unica difesa, l’unica sicurezza che hai. Continua a parlare. Perchè se ti mettono a tacere ora, sarà troppo ovvio…”

Kerry Cassidy: Oh, capisco.

Bob Dean: …per il mondo che sei stato messo a tacere, che quello che hai detto deve essere vero.” Come ti ho detto, penso di averlo detto a Bill, sono stato intimidito. Mi hanno telefonato persone che non si sono identificate. Delle voci maschili dicevano:

 

“Non pensi di aver parlato abbastanza di questo? Perchè diavolo…è tempo che tu stia zitto.”

( Mima l’uso del telefono ) “Chi è?” “Non importa. Tieni la bocca chiusa.” Click. Ne ho avute un certo numero.

Avevo una piccola casa a Tucson nel cul-de-sac.

Ho vissuto lì, l’ho comprata anni fa. L’ho comprata negli anni ’60. Stavo seduto lì un giorno, leggendo o altro e ho sentito ( imita il suono delle pale dell’elicottero ), un suono molto distinto. Sapevo che era un elicottero. Conoscevo il suono di un Huey, perchè sono stato in VietNam e l’Huey ha un suono distinto. Ho pensato, sta passando sopra? Continuava ( imita il suono ) e si trovava sopra la mia casa. Sono uscito sulla strada e ho guardato su e c’era un elicottero Huey totalmente nero, non oltre i 100 piedi da sopra la mia casa, violando le regole della FAA, violando totalmente le regole.
Questa dannata cosa stava là sopra e senza scritte.

Non aveva scritte, era totalmente nero e questa è una violazione delle regole della FAA. Questi ragazzi violano di continuo la legge. Stavo là fuori e pensavo, “Chi diavolo siete?” Ho osservato e studiato e c’era questo grosso vetro circolare sotto l’elicottero. Era parte del velivolo. Conclusi più tardi che probabilmente fosse una di queste finestre a 360°. C’erano probabilmente delle persone sedute lì sopra che mi guardavano attraverso il vetro. Era nero, totalmente nero. Il vetro era oscurato. Quella cosa stava la sopra, come nyah, nyah, nyah, sai. Così ho tirato fuori il pugno e ho sollevato il dito, tirando un paio di bestemmie. Li ho chiamati con una serie di nomi, ( punta su col dito ) “Vi conosco, figli di putt..! So chi siete e so cosa state facendo!”

Kerry Cassidy: Ok.

Bob Dean: Anche ora li mando al diavolo. So che hanno pensato, “Bene, abbiamo la sua attenzione”, quindi se ne andarono. Prima di tutto, totalmente nero, senza scritte…una violazione. In sospensione su una residenza privata…altra violazione.

Kerry Cassidy: Certo.

Bob Dean: Sai che non se ne preoccupano.

Era una intimidazione. Questo avvenne proprio dopo la mia uscita in pubblico a questa conferenza di Tucson.


Kerry Cassidy: Ok. Allora dimmi, avevi amici in posti importanti, perchè so che sei stato a Washington. Chi ti sta proteggendo? Perchè…è umano, è extraterrestre…?

Bob Dean: Lasciami dire cosa penso e sono giusto i miei due cents. Penso che dopo aver parlato pubblicamente e aver iniziato a farlo regolarmente, dal ’91 in poi, ho viaggiato per il mondo, buon Dio; sono stato in 18 paesi.
Penso che parlare pubblicamente ed essere rimasto all’aperto, mi abbia salvato. A parte le telefonate, l’elicottero e il resto.

Ho avuto persone con me alle conferenze, persone che non devono presentarsi, in suits, sai cosa significa il termine suits?

Kerry Cassidy: Certo.

Bob Dean: 3 pezzi col gilè…

Kerry Cassidy: ( Ride )


Bob Dean: …tipica cosa da agenzia governativa. “Uh, hai già parlato chiaramente su questo, perchè lo fai?” “Chi sei?” “Non importa, perchè stai facendo questo?” “Prima di tutto, la verità deve essere detta”.”Oh, si, pensi di sapere la verità?” “Penso di saperne qualcosa, com’è? Di fatto ne so abbastanza. Ancora meglio”. Queste cose mi sono accadute spesso negli anni.
Ho avuto un periodo interessante…ho parlato a Leeds in una conferenza. Ho ricevuto una chiamata da un ragazzo che si è identificato come “Mr Sweeting”. Tipico nome inglese, “Mr. Sweeting”. Tony Dodd ha controllato il numero di telefono di Mr Sweeting, che mi ha chiamato e ha detto che fosse imperativo per lui incontrarmi, prima che continuassi.
Tony ed io ascoltammo al telefono contemporaneamente.

Toni ha ascoltato mentre parlavo con Mr Sweeting e ha detto, “E’ imperativo Mr Dean, che io vi parli prima che lei continui. Cosa sta andando a raccontare?” Io risposi, “Mr Sweeting, se è del posto, perchè non viene alla conferenza ad ascoltare?” “Beh, no, non posso farlo. Volevo solo sapere cos’ha pianificato di dire.” Ho risposto, “Ho pianificato di dire un inferno di cose.”

Kerry Cassidy: ( ride ).

Bob Dean: Tony ha controllato il numero. Indovina da dove? Esiste una enorme struttura della NSA nello Yorkshire, chiamata, ah..

Kerry Cassidy: Menwith Hill.

Bob Dean: Menwith Hill. Ho guidato in quella zona. Tony mi ci ha portato diverse volte.

Kerry Cassidy: Certo.

 
Bob Dean: Il numero di Mr.Sweeting era di Menwith Hill.

Kerry Cassidy: Ok, quindi..tutto qua?

Questo è il succo della tua conversazione?

Bob Dean: Il succo della conversazione è stato che Mr.Sweeting non ha voluto dirmi nulla di lui e del perchè volesse parlarmi. Io gli ho detto, “Non condividerò nulla con lui al telefono. Se vuole parlarmi, che venga alla conferenza e avrò il piacere di parlare con lui faccia a faccia.”

Kerry Cassidy: Su questo argomento, altri testimoni hanno parlato e hanno condiviso con te, in quanto divulgatore?

Bob Dean: Oh diavolo, si. Delle persone si sono fatte avanti e hanno detto, “Ho atteso per parlare, Dean…e penso di poterlo fare con te, perchè non vuoi il mio nome, indirizzo e numero di telefono. Questo è accaduto a me e so che è accaduto a te.” Siamo tutti membri di quello che chiamiamo, la “rete dei vecchi ragazzi”. Abbiamo voluto parlare. Abbiamo voluto parlarne onestamente, in faccia e democraticamente, dannazione!

Kerry Cassidy: Sono convinta, ma ancora non capisco perchè..pensi di aver avuto problemi di salute? Hai subito un controllo mentale oppure, chi ti sta proteggendo?

Bob Dean: Lasciami dire questo…come Nixon..( Kerry ride )

Ho risposto con questo a molte persone che mi hanno fatto la stessa domanda, ok?

Kerry Cassidy: Certo.

Bob Dean: Quando sono divenuto famoso, penso sia la parola migliore, avendo parlato chiaramente e regolarmente in tutto il pianeta e per tutti gli USA, ottenendo una considerevole risposta positiva dalle persone. Non solo dei militari mi hanno ringraziato per averne parlato pubblicamente e ho un certo numero di amici che si sono ritirati ad un certo livello.
Un buon amico di Roswell, un Sergente dell’Esercito in pensione, che dopo aver parlato pubblicamente, ha subito la morte del figlio colpito da un auto. Hanno concluso che sia stato il risultato delle sue testimonianze pubbliche.

Kerry Cassidy: Clifford Stone.

Bob Dean: Clifford ha perso il suo ragazzo.

Kerry Cassidy: Lo abbiamo intervistato, si.

Bob Dean: Clifford è un caro amico e il suo ragazzo è stato ucciso dopo la pubblicazione del suo libro. Ora dirai, “Oh, coincidenza”. Balle! Ho visto molte coincidenze nella mia vita e non ci credo.


Eyes Only: The Story of Clifford Stone and UFO Crash Retrievals by Clifford Stone
Eyes Only: The Story of Clifford Stone and UFO Crash Retrievals by Clifford Stone
Eyes Only: The Story of Clifford Stone and UFO Crash Retrievals by Clifford Stone
Eyes Only: The Story of Clifford Stone and UFO Crash Retrievals by Clifford Stone

Kerry Cassidy: Ok.

Bob Dean: Non penso che esista una tale coincidenza.

Nella vita di tutti, non ci sono coincidenze. Clifford è come me ora; è un recluso. Questa rabbia che ho sentito sull’operato del governo verso le persone per mantenere il segreto su questo, ha violato ogni concetto della mia idea di vita e onore e democrazia e decenza. Quindi ho iniziato a realizzare che il governo che pensiamo di avere, non è il governo che abbiamo.
Questo l’ho detto pubblicamente alle persone nelle conferenze. Ho detto:


“gente la fuori che crede di vivere in una repubblica democratica…non è così.”


E parlo di quello che è venuto fuori negli anni, il governo ombra, non sappiamo chi sono. Non ne abbiamo idea. Abbiamo una vaga idea su chi possano essere.
Queste persone non sono elette. Non sono…non sono responsabili, non hanno responsabilità per il congresso, verso le persone, verso il paese…verso nulla. Stanno seguendo un dannato programma. Questo mi ha portato sul muro!

Potrei anche uccidere…la mia rabbia è così profonda per questo…che questi autodichiarati esperti stanno guidando questo programma e tenendo… la più grande storia per l’umanità lontana dalle persone.Le persone hanno il diritto di sapere. Lasciami dire perchè dico questo.

Ne ho parlato con Bill: ho sempre creduto che se questo fosse uscito, totalmente, grande com’è, dinamite per quello che è, avrebbe causato un'espansione della coscienza delle persone. Avremmo smesso di pensare a noi come Musulmani, Cristiani, Ebrei, o altro..avremmo pensato a noi stessi come esseri umani di un piccolo pianeta al bordo di una galassia di media dimensione e classe. Questa conoscenza ci avrebbe unito come specie e come razza. Ho pensato: “questo è per la nostra sopravvivenza.” Se possiamo unirci e pensare a noi come “una razza, un popolo”, questa conoscenza per cui non siamo solo e non lo siamo mai stati, penso avrebbe causato questo. ( piange )

Kerry Cassidy: Quindi…

Bob Dean: Ma la storia è così grande, dolcezza. Lasciami dire qualcos’altro. Negli anni ho imparato…quello che ho imparato nel 1967 non è stato nulla rispetto a quello che ho appreso dopo. Negli anni, scavando, parlando alle persone…parlando a persone in alte posizioni…persone che, sai, siedono in una conferenza e dicono:"Hey, siedi e parliamo. Lascia che ti dica cosa ho appreso…" Siamo arrivati quasi alla conclusione che la storia è così dannatamente grande che il governo potrebbe aver ragione: la massa di persone non può affrontarla.
Come puoi dire alle persone che questa specie, questa razza di cui facciamo tutti parte…è una razza ibrida? Che siamo stati geneticamente creati da una intelligenza extraterrestre…come puoi dire loro questo? Ha..attenzione! Ti guardi attorno e ne parli con attenzione, dipende dove ti trovi. Se ti trovi a Baghdad, parlando con alcuni Sunniti o Sciiti, non puoi parlarne. Come fai a dire loro che l’amato uomo dalla Galilea, 2000 anni fa è stato parte di questo programma? Non puoi dirlo, prima di aver controllato le uscite e di sapere come diavolo scappare fuori!

Kerry Cassidy: Ok, bene..

Bob Dean: Non puoi sollevare la questione. Come dici loro, per esempio, che questo contatto e queste abductions sono..che il programma genetico è ancora in esecuzione?! Che queste persone prese fuori dalle stanze da letto e dalle automobili di notte, esaminate e a cui vengono presi campioni …e questo le spaventa, le sconvolge. Quando devono affrontare infine, ad esempio tramite l’ipnosi regressiva, devono gestire la cosa…come fai a dire loro che questo è un programma genetico in via di sviluppo?

Kerry Cassidy: Come fai a non dirlo quando sono milioni? Quando ce ne sono così tanti, proprio ora che lo sanno come te e come me e Bill… e Marcia, intendo..
Non siamo una minoranza come pensiamo. Questo è il problema interessante, che il governo e quello che hanno pianificato di fare in tutti questi anni, quando guidavano il paese ( cosa che non fanno più )..sai, non è stata la decisione migliore. Ora, è ancora peggio tenere il segreto.

Tu ovviamente credi ancora che sia importante svegliare le persone.

Bob Dean: Credo ancora che ci siano..

Kerry Cassidy: Perchè sei qua oggi.

Bob Dean: ..un gran numero di persone che possono gestire la questione. Non sei caduta a terra quando ti ho detto che questo è un fatto. Questa non è una mia idea…sono fatti che ho verificato.

Kerry Cassidy: Ok.

Bob Dean: Io so che..ho parlato con persone all'interno.

Delle persone sono venute a parlarmi, che sono all’interno.

Kerry Cassidy: Ci scommetto..ci scommetto.

Bob Dean: …e hanno detto: “lasciami dire…” degli ufficiali dell’esercito mi hanno riferito: “ho avuto un uomo che ha lavorato per me,” ha detto. Fuori da Las Vegas, “quando si sono confrontati con questa storia, degli uomini con esperienza di combattimento, si sono rotti nel pianto come bambini.” Ha detto: “non possono sopportarlo. Ho dovuto assegnarli ad altri.” Non possono sopportarlo. Si trovano faccia a faccia con un alieno e si rompono a terra a piangere come bambini. Ora..dici che puoi affrontare la cosa, giusto?

Kerry Cassidy: Ok, ma…queste sono persone che hanno tutte..hanno mantenuto una certa mentalità che molte persone al di fuori, intendo civili, non hanno mai mantenuto. Credo dipenda dalla persona, ma tu ed io sappiamo che siamo in un mondo che cambia più velocemente di quanto possiamo pensare.

Bob Dean: Sei in un mondo che non è come credi che sia.

Kerry Cassidy: Esatto. Quindi..

Bob Dean: Come ho detto, molte volte: stai vivendo dentro al momento, come parte di una delle galassie, un giardino zoologico. Se pensi che ti abbia detto che vivi in uno zoo…vivi in uno zoo! Ora, non so come questo colpisca il tuo senso dell’ego e di auto-rispetto e cosa pensi di te.

Sei un animale che vive in uno zoo.
Ora, come una massa di persone a confronto di questa realtà può affrontarla? Tu sei inusualmente illuminata su questo argomento, perchè penso che ti sia informata.

Kerry Cassidy: Certo.

Bob Dean: Hai appositamente cercato di imparare di cosa si tratti.

Kerry Cassidy: Corretto.

Bob Dean: Quindi, hai preso pezzettini e li hai assorbiti e digeriti e masticati, piccoli pezzi alla volta. Quindi hai una buona idea di quello che accade davvero. Stai ancora camminando in giro, come un essere umano normale!

Kerry Cassidy: Certo.

Bob Dean: Si. Sei parte del coro.

Kerry Cassidy: Corretto. Ma chi è venuto da te? Cosa sai del Majestic? Sai qualcosa del Majestic-12?

Bob Dean: Oh, si. Si, si.

Kerry Cassidy: Beh, come..

Bob Dean: Non si chiamano più così, ma esistono.

Kerry Cassidy: Capisco. Come si chiamano? Qual’è il loro nome? Lo conosci?

Bob Dean: Oh, si dovrebbe essere…PI-40 è stato l’ultimo termine che ho sentito.

Kerry Cassidy: PI-40…bene. Questo è interessante, quindi ci sono 40..

Bob Dean: Non so cosa diavolo significhi…forse ora ci sono 40 membri.

Kerry Cassidy: Ti hanno avvicinato?

Bob Dean: Ne ho incontrati diversi, si.

Kerry Cassidy: Sanno che sei molto ben informato…

Bob Dean: Possiamo tornare sul soggetto, su quello di cui parlavamo prima…perchè diavolo ho continuato a parlare, onestamente e apertamente, condividendo la mia rabbia.
Penso…l’ho detto pubblicamente…dopo aver iniziato a parlare in tutto il mondo e in tutto questo paese, sul soggetto per quanto sia sensibile…ho concluso che qualcuno, da qualche parte, vuole che lo faccia.

Kerry Cassidy: Certo.

Bob Dean: …oppure non avrei potuto continuare.

Kerry Cassidy: Assolutamente.

Bob Dean: Non so chi sia..potrei averlo o averla incontrata…potrebbero essere stati tra quelli che sono venuti alle conferenze e che hanno scosso la mia testa dicendo: “gran buon lavoro! Continua”. Sai, qualcosa del genere.

Kerry Cassidy: Ok, quindi..Dan Burisch dice che parte del Majestic vuole la rivelazione e un’altra parte no.

Bob Dean: Bene ma..venti anni fa si sono divisi a metà.

Kerry Cassidy: Giusto.

Bob Dean: Lo sappiamo..

Kerry Cassidy: Giusto. Quindi dove pensi…dove pensi si trovi oggi?..Pensi che..

Bob Dean: Robert Wood…sai chi è Robert Wood?

Kerry Cassidy: Assolutamente.

Bob Dean: Ok, conosci suo figlio Ryan?

Kerry Cassidy: Si.

Bob Dean: Bene. Bob Wood mi ha detto questo alla conferenza di Long Beach molto tempo fa…disse: “conosco due membri del Majestic.” Disse: “hanno detto di essersi divisi a metà e in una discussione feroce.” “Violenta.” “Si, rivelate tutto” e gli altri risposero: “no, al diavolo, mai”.

Kerry Cassidy: Ok.

Bob Dean: Vedi, abbiamo un governo ombra…questo per me è di interesse, come Americano dovrebbe essere di tuo interesse..

Kerry Cassidy: Assolutamente.

Bob Dean: Hai idea di quanti trilioni si parli?

Kerry Cassidy: No, ma ti ascolto.

Bob Dean: Molti.

Kerry Cassidy: Si.

Bob Dean: Ok…in questo paese, per 3 anni…’98, ’99, 2000…ogni anno sono spariti 2.7 trilioni di dollari dai conti del Pentagono e non hanno potuto mostrare dove siano finiti. Sapevano di averli e sono spariti. Ora questi 2.7 trilioni per anno per tre anni. Ora..pensi che questi non siano ben finanziati?

Kerry Cassidy: ( Ride )

Bob Dean: Oh, diavolo, sono meglio finanziati dell’Esercito USA, per l’amor di Dio. L’Esercito USA non ottiene questo tipo di.., prendiamo soldi in miliardi, ma non in trilioni. Non certamente 2.7 trilioni per anno per tre anni…

Kerry Cassidy: Giusto. Ti riferisci a Catherine Fitts, la sua ricerca?

Bob Dean: Non l’ho incontrata…ho molto rispetto per lei..

Kerry Cassidy: Certo.

Bob Dean: Ho un amico molto stretto, che..ti racconterò e poi negherò di averlo fatto.

Kerry Cassidy: Ok.

Bob Dean: Esiste un membro del PI-40 che guida una certa cosa a Washington, D.C…( pausa )…No? ( guarda Marcia )…bene, è una fonte, lei potrebbe parlare con lui. E’ un uomo di cui mi fido, che ammiro e rispetto ed è all’interno. Disse una volta a Catherine: “vuoi incontrare un alieno? Posso provare..” Lei rispose…rispose male. Se ti troverai a Washington e ne hai la possibilità, saluta John per me, lo farai?

Kerry Cassidy: Lo farò.

Bob Dean: Ok, io…

Kerry Cassidy: Questa storia è sul sito di Catherine…

Bob Dean: Oh, lo è?

Kerry Cassidy: Lei dice che rimpiange sempre quel giorno..

Bob Dean: ..di non aver accettato? ( ride )

Kerry Cassidy: …di non aver accettato.

Bob Dean: …Ok. John non solo conosce gli alieni, ma probabilmente ne ha avuti un paio a bordo.

Kerry Cassidy: Ci credo.

Bob Dean: Ora, tutti dicono: “qual’è il gruppo?”. “Sono i Rettili, le Lucertole,” o sono “questi” o “quelli”..non importa…abbiamo a che fare con alcuni gruppi la fuori che…sono di milioni di anni avanti rispetto a noi per evoluzione, tecnologia e sviluppo.
Ci sono razze intelligenti la fuori che sono di miliardi di anni avanti rispetto a noi. Troviamo stelle la fuori, che probabilmente hanno pianeti, che sono più vecchi del triplo rispetto alla nostra stella…significa che probabilmente i pianeti e la vita intelligente su questi pianeti attorno a queste stelle, sono di tre volte più antichi…noi possiamo avere….11 miliardi? Beh, questo è nulla.
L’universo, l’ultima ipotesi, è che abbia 14 miliardi di anni. Hanno un astronomo…questo lo adoro…un astronomo che un giorno disse: “non possiamo immaginarlo…abbiamo trovato stelle più vecchie dell’universo.”

Kerry Cassidy: ( ride )

Bob Dean: …e ho pensato: “pensi, forse, di dover tornare alla lavagna? potresti aver perso qualcosa in Astronomia 101?” Comunque, la penso diversamente.

Kerry Cassidy: Veramente…

Bob Dean: Sto cercando di dirti che siamo immersi in un universo conscio…in team con una intelligenza conscia. Ci sono pianeti come granelli di sabbia, pieni di vita intelligente. Ci sono culture, civiltà, società…che sono di milioni di anni avanti rispetto a noi.
Ora…di solito..questo mi piace perchè è un esercizio.

Mi piace tirarlo ai ragazzi. Ho messo assieme un curriculum una volta per i ragazzi a scuola, su questo argomento.

Mi avrebbero cotto, se avessi cercato di farlo accettare a scuola. Quando smetti di pensare a queste realtà…che questa specie, in tutta la sua primitiva ferocia, con tutta la sua limitata ignoranza, stupido..modo di andare a cercare la vita…che ci sono culture e civiltà e società la fuori…che se non perfette, hanno raggiunto comunque un livello ben oltre il nostro. Questo lo so e lo sento dentro di me.
Ecco perchè prendo il giornale e leggo l’ultima spazzatura…gli omicidi e…è un miracolo che non sia stato rinchiuso.

Non posso vivere ancora in questo mondo e la ragione che ti ho dato prima è che la mia vecchia visione del mondo…il mio paradigma…è collassato alle mie ginocchia venti anni fa.

Kerry Cassidy: Certo.

Bob Dean: Ora, se mi ha trasformato in un rinchiuso da clinica, cosa farebbe alle persone la fuori…che corrono per i loro piccoli affari…le loro piccole vite…vanno al bowling…vanno alle gare NASCAR…bevono la loro birra…masticano le loro patatine…e pensano che questa sia “sia una buona vita”..quando tu ed io sappiamo che non è così.

Kerry Cassidy: Giusto. Veramente, mi hai mostrato molta coscienza, amore,…hai uno spirito vibrante veramente grandioso..sei molto eloquente..non è stato tutto così male per te. Questa informazione ti ha illuminato e ti ha reso quello che sei oggi.

Bob Dean: Si, sicuramente. Quello che sono oggi è il prodotto di non solo 78 anni su questo pianeta, ma mi è sempre piaciuto dire…che ho vissuto..un paio di millenni di vite, perchè sono totalmente convinto della realtà della reincarnazione…

Kerry Cassidy: Buon per te.

Bob Dean: Penso proprio di non tornare più qua.

Kerry Cassidy: ( ride )

Bob Dean: Parlo di questo, perchè ho una relazione amore-odio con la razza umana..davvero.

Kerry Cassidy: Certo..comprensibile.

Bob Dean: Ho una relazione di amore-odio con questa specie…se potessi prenderla per il collare e tirarne fuori lo sporco, lo farei.
Quello che faccio qua con te e la videocamera, è ad un certo livello, fare proprio questo. Se le mie parole hanno qualche significato o valore, non solo per voi, ma per chiunque in futuro veda questo, è perchè amo questa razza…( piange )
Ne ho fatto parte per 78 anni fino ad ora. Ho visto il puro inferno. Ho passato 2 guerre, sono al mio terzo matrimonio..ho allevato 2 figli, ne ho perso 1 per suicidio…
Ho visto cose in questa vita, che mi hanno influenzato..molto. Però vedi, so..e non dirmelo, non chiedermi di spiegare esattamente come so e quanto so..
Perchè, non ne ho mai parlato prima, ma sono stato contattato ( respiro profondo ). E’ molto difficile parlarne. Sono stato addotto. No la vedo come una abduction…ma come un invito e..sono stato a bordo di una di queste astronavi diverse volte. Degli amici mi hanno detto, “oh, mio Dio..”
Un amico a Sedona…un dottore..un dentista, disse: “sono stato addotto,” poi, “quando sono salito la sopra, ho guardato attorno e ti ho visto in un angolo, mentre parlavi con quegli esseri!” Ho detto: “non sono sorpreso.” Perchè sono stato a bordo delle astronavi molte volte.

Kerry Cassidy: Ne hai ricordi consci?

Bob Dean: Oh, si. Si, nessuna ipnosi regressiva. Quando questo..quando ti accade, ti lascia un tale segno, che non hai bisogno di fare una ipnosi per ricordare. Voglio dire, è lì. Sono stato a bordo diverse volte e sospetto che la maggioranza delle informazioni che ho avuto sulle loro società, civiltà e culture…che esistono la fuori, che mi hanno fatto capire quanto siano gloriosi.. Quindi guardo questa pozza di fango in cui viviamo qua e penso, sapendo come potrebbe essere…e come non è..e spero, che lo diventi. ( emozionato )
Qua tocco un nervo, ho condiviso con voi cose che avevo detto solo all’amabile donna con cui vivevo. ( Pausa )
Non penso di aver mai pubblicamente, in intervista o altro, condiviso il fatto di essere stato a bordo delle loro astronavi. Perchè se lo avessi fatto, si sarebbe aperto un Vaso di Pandora, per cui, non sono preparato. Lei ha una storia diversa..parla con loro e li incontra spesso. Questa è un’altra storia. No, ho parlato con voi questo pomeriggio su alcune piccole cose.

Kerry Cassidy: Ne siamo onorati.

Bob Dean: Perchè sento fortemente che questa verità…per cui non siamo soli, non lo siamo mai stati, che siamo intimamente legati a questa relazione. Siamo una famiglia con loro. Si, siamo in uno “zoo” e loro sono…ad un certo livello, …i nostri “guardiani”. Ora non condividere questo con tutti la fuori.
Il vecchio Jerry Falwell, ovunque possa essere ora, Dio benedica la sua anima..No, non è lì, Marcia, non esiste un posto…ha puntato in basso.

Kerry Cassidy: ( ride )

Bob Dean: No, l’inferno non esiste. L’inferno lo facciamo noi.

Kerry Cassidy: Si. Lo penso anche io.

Bob Dean: Ci sono persone la fuori che ho..ho parlato a Dallas una volta. Questo è quello che chiamano Bible Belt. Proprio nel mezzo di “Bible Belt”, in Texas. Ho detto alcune cose carine davanti a 800 persone un pomeriggio. Ho guardato in faccia le persone e ho visto che alzavano gli occhi e facevano smorfie, e…vecchie signore andavano ( gesticolando con la bocca aperta e mettendo le mani in faccia )….sai. Una volta finito, arriva questo piccolo e rotondo prete fondamentalista…con la sua Bibbia sotto il braccio e si dirige verso di me. Ho pensato, “Oh, Dio, ora ci rotoleremo per dei minuti a terra, perchè ho condiviso alcune cose scomode a questo gruppo qui a “Bible Belt”. Ho subito uno shock. Questo piccolo prete Battista è salito…ha fatto un salto sullo stage. Sarà stato 250 pounds , sale sullo stage, mi butta le braccia attorno e ho pensato, ora ci rotoliamo a terra e mi picchierà fino alla morte con la sua Bibbia. Mi ha abbracciato, mi ha baciato e ha detto: “oh, Fratello Dean, lo hai detto nel modo giusto.” Sono rimasto in stato di shock. Questo è accaduto solo una volta.

Kerry Cassidy: ( ride ) Fantastico.

Bob Dean: E’…è stata un’esperienza interessante per me.

Kerry Cassidy: Grandioso.

Bob Dean: Mi ha incoraggiato a parlare schiettamente. Come ho fatto..come ho detto, nella mia ultima presentazione a San Jose, ho parlato molto chiaramente, molto similmente a come ho fatto oggi con voi questo pomeriggio, solo non interamente. Non parlo più pubblicamente. Sono stato invitato molte volte…non ho accettato. Ho rifiutato..un’altra conferenza a Laughlin… Questa probabilmente sarà la mia ultima intervista. Ti ho dato molta…spazzatura. Molto materiale. Nella massa di materiale che ti ho dato, se trovi una o due cose valide da tenere, questo è un bene. Come ho detto, ho una relazione di amore-odio con la specie umana e so cosa potremmo essere e cosa non siamo.
Ho imparato anni fa…prima di ritirarmi nel ’76…che il governo sa, non solo il contenuto dello studio dello SHAPE dei ’64…il governo sa molto di più, da anni prima. Non lo hanno condiviso con nessuno.

Kerry Cassidy: Giusto.

Bob Dean: Noi ci stiamo….ci stiamo confrontando e abbiamo a che fare con intelligenze di altri pianeti, altri sistemi stellari, altre galassie…e alcuni dei contatti li abbiamo avuti con intelligenze di altre dimensioni. Sono molto affascinato dal lavoro di Michio Kaku, questo brillante scienziato di New York, un fisico coinvolto nella teoria delle stringhe…

Kerry Cassidy: Si.

Bob Dean: Penso che la loro ultima conclusione sia….che ci siano almento altre 11 dimensioni. Ho sempre detto che la morte…quando moriamo..l’anima, che credo sia una creatura immortale, semplicemente va nella prossima dimensione, dove siamo come ora. Non è una morte, ma solo una forma di vita superiore. Ho fatto dei piani recentemente per…per la transizione. Marcia dice: “non alzarti da solo per andare stanotte.”

Kerry Cassidy: ( ride ) Spero tu stia con noi ancora a lungo, perchè sei meraviglioso, una creatura illuminata…
Ok, ho ancora una domanda e quindi mi fermo..se Bill ha una domanda può farla prima. 2012….ne sai qualcosa, anche dai tuoi contatti militari, persone nel governo segreto o dai tuoi contatti alieni su questo periodo di tempo?

Bob Dean: Non si tratta della fine di nulla. E’ l’inizio. La mia conclusione è, ma non ti dirò “questo è quello che accadrà”…

Kerry Cassidy: Certo.

Bob Dean: Sai qualcosa dell’incidente di Hudson Valley di qualche anno fa?

Kerry Cassidy: Mm-hm.

Bob Dean: …Che rende il caso di Phoenix un nulla..come ho detto, piccole patate. Penso che questa esposizione, questi sorvoli, andranno aumentando gentilmente…penso che il 2012, spero di esserci ancora, se riesco a controllare la mia artrite.
Penso, un maggior contatto. Penso che lo avremo se lo vogliamo o meno. Penso che in quel momento saremo molto vicini ad autodistruggerci con uno scambio termonucleare, quindi loro entreranno nello zoo e metteranno gli orango-tango da una parte e i babbuini dall’altra…e diranno, “Ora guardate: questi sono alcuni fatti, ragazzi. E' Tempo di svegliarsi è tempo di crescere.” Questo è quello che Robert Heinlein ha chiamato “Giorno della Laurea”.

Kerry Cassidy: Non so se hai sentito la testimonianza di Dan Burisch o se hai visto la sua intervista…gli abbiamo fatto una intervista, in cui parla del fatto che, da quello che gli è stato detto, alcuni alieni che sono venuti, sono umani e viaggiano nel tempo dal futuro. Questo ti dice qualcosa in base ai tuoi contatti o conoscenze?

Bob Dean: No, è sempre…..è stato…, come lo diresti?

Mi è stato confermato che il viaggio nel tempo è realtà.

Ora, non so se mi sia stato detto, ma lo accetto istintivamente e lo capisco. Il tempo, per come lo comprendiamo e il lato dimensionale e lo spazio-tempo, è così primitivo e fondamentale, sai.. Il tempo è infinito, lo spazio è infinito e sono talmente legati assieme…che il viaggio temporale è scontato. Ora, questa primitiva società…gioca ancora con l’idea, facendo film e altro, raccontando storie e…per me, il fatto che questi esseri dimensionali….di per sè è una forma di viaggio nel tempo.
Quando vieni da un’altra dimensione….così totalmente diversa da quello che abbiamo qua…stai venendo letteralmente da un altro tempo. Ora, che sia il nostro tempo o un altro tempo e luogo…siamo così limitati nel nostro concetto, fisicamente…in termini di fisica, che non possiamo davvero discuterne.
Stiamo entrando nella fine del Grande Anno. Ora….i nostri astronomi ci dicono che ci stiamo muovendo…in questo piccolo sistema solare con tutti i piccoli e patetici pianeti…persino il bellissimo Giove…ci stiamo muovendo nella galassia…siamo sul bordo e ci stiamo spostando…stiamo raggiungendo un punto in cui saremo in qualche modo allineati….col centro della galassia.
Ora, non chiedermi di spiegare come funziona, ma so…credo che stiamo completando il Grande Anno.

Questa era dei Pesci sta finendo.
Ho sempre sentito che questo bellissimo giovane uomo della Galilea fosse parte di questo, perchè lo ha fatto capire….non ti sto parlando di religione, parlo di spiritualità.

Questo giovane…questo spirito, questa anima, questa grandiosa anima che si è incarnata in Galilea…è viva e l’ho detto ad alcuni dei miei amici fondamentalisti, che pensano che io sia malato.

Kerry Cassidy: ( ride )

Bob Dean: …Che io…l’ho conosciuto bene e lui è stato uno dei miei amici più stretti e guardo avanti per vederlo di nuovo. Loro…, questa è quasi una eresia per loro, sai.
Io ho detto loro:


“non siate turbati. Lo vedrete di nuovo. Lo stesso giovane uomo che ha camminato nei campi della Galilea 2000 anni fa sta probabilmente tornando di nuovo e voi dovrete essere pronti.”

Kerry Cassidy: Robert Dean, è stato un grande piacere averti qua oggi. Sei davvero una leggenda del tuo tempo…tra gli ufologi e non mi sorprenderei se tu fossi noto tanto quanto il “governo segreto”, Majestic e come li chiami tu?…i PI-40?

Bob Dean: PI-40.

Kerry Cassidy: I-40?

Bob Dean: PI-40

Kerry Cassidy: PI-40…giusto, hai altro da aggiungere?

Bob Dean: Si. Ho apprezzato l’opportunità di aver condiviso un po di cose con voi e mi scuso per la mia emotività.

Mi emoziono molto per quello di cui abbiamo parlato.
Per finire, vorrei dire una cosa. Ho una relazione di amore-odio con la specie umana….ho grande speranze per il futuro dell’umanità. ( schiarisce la voce )

2
2
sito ufologico