New Libro

SerieTV

Links
Links
Links
Links
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Statistiche
Flag Counter
 


Donald E. Keyhoe

Donald E. Keyhoe
Donald E. Keyhoe

Donald Edward Keyhoe ( Ottumwa, 20 giugno 1897 – New Market, 29 novembre 1988 ) è stato un aviatore statunitense del Corpo della Marina degli Stati Uniti, scrittore di racconti e articoli e direttore del tour promozionale di Charles Lindbergh.
È noto per aver affermato che il governo statunitense dovesse condurre appropriate ricerche sul fenomeno degli UFO, rendendo pubbliche le informazioni di cui sarebbe stato in possesso. Per queste teorie negli anni cinquanta divenne noto come ufologo. Jerome Clark scrisse che, tra l'inizio degli anni cinquanta e fino a metà degli anni sessanta, "Keyhoe poteva ritenersi una vera autorità nel settore dell'ufologia"

Vita e carriera

Keyhoe nacque e crebbe in Ottumwa, Iowa. Nel 1919 divenne Bachelor in scienze presso la United States Naval Academy e fu promosso Tenente di vascello nel Corpo della Marina statunitense. Nel 1922, venne ferito ad un braccio durante un incidente aereo nell'isola di Guam. Durante la sua lunga convalescenza inizio a scrivere per passione.

Ritornò a svolgere il suo lavoro, ma dovette dimettersi dal corpo dei Marines nel 1923 a causa dei postumi della ferita. Successivamente lavorò per il National Geodetic Survey e per il Dipartimento per il Commercio statunitense.
Nel 1927, Keyhoe ottenne l'incarico di seguire la traversata di Charles Lindbergh.

 

Flying With Lindberg by Donald E. Keyhoe
Flying With Lindberg by Donald E. Keyhoe

 

Questa esperienza consentì a Keyhoe la stesura, nel 1928, del suo primo libro: Flying With Lindberg, che ebbe un rapido successo e gli permise di avviare la sua carriera di scrittore di articoli e romanzi, molti dei quali collegati al mondo dell'aviazione e pubblicati in diverse importanti pubblicazioni. Keyhoe ritorno alla sua attività militare durante la Seconda guerra mondiale nell'Aviazione Navale presso la Divisione di Addestramento, congedandosi con il grado di Maggiore.


❖ Scrittore pulp

Quando vennero pubblicati i primi libri sugli UFO, Keyhoe, tra il 1920 ed il 1930, era già uno scrittore affermato di riviste Pulp. Erano già state pubblicate quattro brevi storie su Weird Tales, una delle più prestigiose del genere pulp:

 

  • The Grim Passenger ( 1925 Il passeggero cieco )
  • The Mystery Under the Sea ( 1926 Il mistero sottomarino )
  • Through the Vortex ( 1926 Attraverso il vortice )
  • The Master of Doom ( 1927 Maestro del Destino )

 

Weird Tales - Through the vortex by Donald E. Keyhoe
Weird Tales - Through the vortex by Donald E. Keyhoe
Weird Tales - The master of doom by Donald E. Keyhoe
Weird Tales - The master of doom by Donald E. Keyhoe

 

Produsse anche novelle per 3 edizioni di un magazine chiamato Dr. Yen Sin :

 

  • Il Mistero dell'Ombra del Dragone ( mag/giu 1936 )
  • Il mistero del teschio d'oro ( lug/ago 1936 )
  • Mistero della Mummia Cantante (sett/ott 1936)

 

DR. Yen Sin - The mystery of the dragon's shadow by Donald E. Keyhoe
DR. Yen Sin - The mystery of the dragon's shadow by Donald E. Keyhoe
DR. Yen Sin - The mystery of the sing ging mummies by Donald E. Keyhoe
DR. Yen Sin - The mystery of the sing ging mummies by Donald E. Keyhoe

DR. Yen Sin - The mystery of thegolden skull by Donald E. Keyhoe
DR. Yen Sin - The mystery of thegolden skull by Donald E. Keyhoe

 

Keyhoe scrisse inoltre una serie di avventure legate all'aviazione, per la rivista Flying Aces ( Assi dell'Aviazione ) e altre riviste, e creo 2 supereroi di questo genere.

Il primo fu il Capitano Philp Strange, relativo ai racconti "The Brain Devil" e "The Phantom Ace of G.2".

Il capitano Strange era un ufficiale dell'intelligence americana durante la Seconda guerra mondiale che aveva il dono di poteri extrasensoriali e altri poteri mentali.

 


Captain Philip Strange: Strange Operators By Donald E. Keyhoe
Captain Philip Strange: Strange Operators By Donald E. Keyhoe
Captain Philip Strange: Strange war By Donald E. Keyhoe
Captain Philip Strange: Strange war By Donald E. Keyhoe


Captain Philip Strange: Strange enemies By Donald E. Keyhoe
Captain Philip Strange: Strange enemies Operators By Donald E. Keyhoe
Captain Philip Strange: Strange staffels By Donald E. Keyhoe
Captain Philip Strange: Strange staffelswar By Donald E. Keyhoe


Tra gli altri personaggi dotati di "superpoteri" creati da Keyhoe vi fu Richard Knight, un veterano della Seconda guerra mondiale, cieco, in grado di combatte grazie alle sue capacità di vedere nell'oscurità. Molte storie pulp di Keyhoe erano racconti di fantascienza o Fantasy. Fu anche un giornalista freelance per il The Saturday Evening Post, The Nation e il Reader's Digest.

Le dichiarazioni sugli UFO

A seguito del presunto avvistamento da parte del pilota Kenneth Arnold, di uno strano e velocissimo oggetto volante nell'estate del 1947, l'interesse per i "dischi volanti" crebbe enormemente, interesse che contagiò anche Keyhoe, che inizialmente mantenne posizioni scettiche sul fenomeno.

Per un po' di tempo trattò di avvistamenti UFO per conto della rivista popolare americana True. Nel maggio 1949, dopo una serie di rapporti contraddittori rilasciati dall'U.S. Air Force, l'editore Ken Purdy si rivolse a Keyhoe, che non solo aveva già scritto per il magazine, ma che aveva anche molte conoscenze al Pentagono, chiedendogli di approfondire l'argomento.
Durante queste ricerche, Keyhoe si convinse che i "dischi volanti" fossero reali, e che il governo statunitense stesse cercando di sopprimere tutta la verità. Keyhoe dichiarò di aver cambiato idea in seguito alle interviste ad alcuni ufficiali, che gli riferirono di non sapere nulla in relazione al fenomeno, ma contemporaneamente gli avrebbero impedito l'accesso ai documenti relativi agli avvistamenti.

L'articolo di Keyhoe "I Dischi Volanti Sono Reali", apparso nel gennaio 1950 sulla rivista True ( pubblicata il 26 dicembre 1949 causò un certo scalpore.

 

The Flying Saucers Are Real by Donald E. Keyhoe
The Flying Saucers Are Real by Donald E. Keyhoe

 

Capitalizzando l'interesse, Keyhoe riprese l'articolo e pubblico il libro, I Dischi Volanti Sono Reali ( 1950 ), che vendette circa mezzo milione di copie in paperback. Nel libro affermava che l'Air Force sapeva che i dischi volanti erano di origine extraterrestre, ma minimizzava l'importanza dei rapporti, per evitare il diffondersi del panico tra la popolazione. Secondo Keyhoe gli UFO, chiunque fossero e da qualsiasi parte provenissero, non sembravano ostili, e starebbero sorvegliano la terra da almeno 200 anni o più.
Scrive Keyhoe:

 

"Il ritmo di tale sorveglianza aumentò improvvisamente a partire dal 1947, presumibilmente a seguito delle 2 esplosioni atomiche del 1945".

 

 

Flyng saucers from outer space by Donald E. Keyhoe
Flyng saucers from outer space by Donald E. Keyhoe
Flyng saucers from outer space by Donald E. Keyhoe
Flyng saucers from outer space by Donald E. Keyhoe

La lettera di Albert M. Chop era un evento culminante mentre si dimise dal pentagono lasciando la sua posizione e la sua scrivania all' Air Force Press, avendo spiegato a Kehoe " che questo non aveva nulla a che fare con i dischi volanti.

Io andrò fuori in California, ho voglia di entrare in una industria privata ". É stato sei decenni dal volo dei dischi volanti alla pubblicazione del uscita nello spazio.
Ora i funzionari stanno lavorando nella posizione di autorità in materia di dati UFO e hanno la possibilità di contribuire al progresso della conoscenza umana o , invece , essendo virtuosi del segreto politico-professionale, che non può essere razionalizzato come lo erano nel corso del 1950.

 

Lettera di Albert M. Chop
Qui potete scaricare un ingrandimento della lettera di Albert M. Chop presente sul retro del libro Flyng saucers from outer space di Donald E. Keyhoe con la traduzione in italiano.
Lettera di Albert M. Chop.png
Formato Portable Network Grafik 279.8 KB

 

Michael D. Swords ha definito il libro come "una sensazionale ma accurata descrizione sull'argomento" ( Swords, p. 100 ). Keyhoe scrisse diversi libri sugli UFO tra cui: "Dischi Volanti dallo Spazio" ( 1953 ), che raccoglie interviste e rapporti ufficiali esaminati dall'Air Force. Il libro includeva una breve citazione di Albert M. Chop, segretario stampa dell'Air Force al Pentagono, che descrisse Keyhoe come "un responsabile e accurato reporter", esprimendo una cauta approvazione sugli argomenti in favore dell'ipotesi extraterrestre.
Carl Gustav Jung affermò che i primi 2 libri di Keyhoe erano "basati su materiali e studi ufficiali per evitare speculazioni selvagge, innocenti o pregiudiziali, di altre pubblicazioni UFO". In disaccordo con la conclusione di Keyhoe, Edward J. Ruppelt, nel suo libro del 1956, scrisse: "L'Air Force non sta insabbiando informazioni", e dichiarò che "il problema è stato esaminato in una condizione sì organizzata, ma confusa".
Il libro di Ruppelt dimostra che Ruppelt stesso aveva raccolto alcuni punti di vista di Keyhoe ricavati dai suoi primi scritti; Ruppelt notava che, mentre Keyhoe riportava onestamente i fatti, la sua interpretazione era tutt'altra faccenda.

Pensava che lo stesso Keyhoe rendesse sensazionalistico il materiale e lo accusò di "lettura della mente", di ciò che gli ufficiali militari avrebbe potuto pensare. Keyhoe citò una conversazione con Ruppelt sull'ultimo libro, suggerendo che Ruppelt potrebbe avere occasionalmente informato Keyhoe.

L'era del NICAP

Nel 1956, Keyhoe fu cofondatore del NICAP, il National Investigation Commitee On Aerial Phemomena, e la sua fama diede al gruppo una legittimazione assente in molti altri club di appassionati di dischi volanti. Il NICAP venne fondato da Thomas Townsend Brown, estromesso dalla carica di direttore all'inizio del 1957, per problemi legati alla gestione finanziaria. Keyhoe lo sostituì, ma fu solo leggermente più abile di gestire le finanze del NICAP. Come capo del NICAP, Keyhoe fece pressioni sul Congresso per ottenere un'audizione in relazione al fenomeno UFO. Ottenne attenzione anche dai mass media, e del pubblico in generale ( i membri del NICAP raggiunsero un picco di 15.000 aderenti tra l'inizio e la metà degli anni sessanta ), ma solo una limitata attenzione da parte degli organi governativi. Nel frattempo, la critica al fenomeno presso l'Air Force stava aumentando, anche a causa del Progetto Blue Book, che veniva accusato di condurre le ricerche sugli UFO in modo superficiale. A seguito di una vasta pubblicità del fenomeno data da un'ondata di rapporti UFO dell'anno 1966, il NICAP fu tra le organizzazioni che chiesero ufficialmente la formazione di un comitato investigativo scientifico e civile, indipendente dall'Air Force; la richiesta venne sostenuta anche dagli scienziati Josef Allen Hynek e James McDonald.

Grazie all'appoggio dell'allora deputato Gerald Ford, venne così formato il Condon Committee. La nuova commissione presto fu luogo di lotte intestine, e più tardi di accese controversie. Keyhoe pubblicizzò il cosiddetto "Trick Memo", un memorandum scritto da un coordinatore del Condon Committee che sembrava suggerire che l'apparente obbiettività e neutralità del Comitato fosse condizionata da operazioni di debunking ancora prima che potessero potessero essere dato inizio gli studi.

 

Trick memo pag.1
Trick memo pag.1
Trick memo pag.2
Trick memo pag.2

 

Apparizione in televisione

Il 22 gennaio, 1958, Keyhoe apparve dal vivo sul canale televisivo della CBS, nello spettacolo, Armstrong Circle Theatre. Keyhoe affermò che il comitato del Congresso degli Stati Uniti stava valutando una prova che: "senza dubbio dimostrerà che gli UFO sono veicoli sotto controllo intelligente". Helbert A. Callborg, Direttore ed Editore della CBS disse:

 

"questo programma è stato censurato per ragioni di sicurezza".

 

L'8 marzo, 1958, Keyhoe apparve sul canale ABC nel programma The Mike Wallace Interview per parlare di dischi volanti, di contattismo e dettagliando la censura che aveva subito durante il programma Amstrong Circle Theatre, della quale accusava l'Air Force, ma non la CBS.

Ultimi anni di vita

Verso la fine degli anni Sessanta, i membri e l'importanza del NICAP diminuirono drasticamente, a seguito dell'incompetenza e dell'autoritarismo della gestione di Keyhoe.

Dal 1969 la sua attenzione si rivolse dai militari alla CIA, quale ipotetico autore di insabbiamenti sugli UFO. Un membro del consiglio di amministrazione del gruppo, il colonnello Joseph Bryan III, costrinse Keyhoe a dare le dimissioni.

In seguito vennero chiusi i vari gruppi locali e statali e dal 1973 il NICAP venne completamente chiuso.
Il 1973 vide l'ultimo testo scritto da Keyhoe sull'argomento ufologico, Alieni dallo Spazio. Oltre a questo libro, Keyhoe mantenne pochi contatti con ufologi e si ritirò a vita privata. Dopo la sua estromissione da direttore del NICAP partecipò a diverse conferenze. Nel 1981 si unì al consiglio direttivo del MUFON, ma la sua adesione era soprattutto una questione di immagine, a causa delle sue cattive condizioni di salute.

Morì nel 1988 all'età di 91 anni.

 

Fonte

Lettera del sedicente "contattista" Eugenio Siragusa per il NICAP di Donald Keyhoe datata 12 dicembre 1958.

 

Lettera di Eugenio Siragusa
Lettera di Eugenio Siragusa
Lettera di Eugenio Siragusa
Lettera di Eugenio Siragusa
Lettera di Eugenio Siragusa
Lettera di Eugenio Siragusa

La lettera di Eugenio Siragusa inviata al NICAP

 

Circa dodicimila anni fa, la Terra ritornava su un sentiero di riassestamento con un volto tumefatto da avvenimenti apocalittici. Questa crisi segnò la scomparsa dell'intero continente "Atlantide" e di altre terre minori.
Secondo le ricerche di alcuni studiosi, i cataclismi periodici del nostro pianeta derivano da 2 cause: lo sviluppo cosmico del suo centro igneo in relazione al movimento di traslazione del sistema solare nella Galassia e l'azione del nostro unico satellite che regolarmente, ogni dodicimila anni circa, provoca una perturbazione dell'equilibrio del geoide.

Il fenomeno è, a sua volta, causato da gravi disturbi magnetici e gravitazionali, dovuti ad un'eccezionale attività solare, ricorrente a regolari cicli dodecamillenari. Tali disturbi influiscono, anzitutto, sullo stato di ionizzazione dell'atmosfera; ne conseguono violentissimi cicloni e nubifragi in tutti i continenti, preludio a disastri infinitamente peggiori.
I pianeti dotati di 2 o più satelliti di congrua mole sono ben bilanciati, mentre quelli che ne sono privi o, peggio, ne possiedono uno solo, come la Terra, hanno un equilibrio instabile nel tempo, ben facile ad esser perturbato da diversi fattori.
Da circa un decennio la Terra è entrata nella fase iniziale di una di tali crisi. Disastrosi avvenimenti naturali si succedono sempre più frequenti, alternandosi in brevissimo spazio di tempo qua e là per il mondo, con forza aggressiva sempre maggiore e provocando danni incalcolabili e mortalità impressionante.

Tali eventi non sono che un lievissimo preludio ad altri, di proporzioni apocalittiche, che seguiranno nel futuro.

Questi avvenimenti sono ben noti agli esseri che trascorrono per il cielo sulle navi spaziali. Alcuni di loro sono nostri simili, discendenti da superstiti dell'ultimo grande cataclisma terrestre e di altri di minore portata, tratti furtivamente in salvo da esseri provenienti da altri sistemi solari. Questi omini dello spazio hanno raggiunto un grado di evoluzione inimmaginabile anche alla più ardita fantasia. Un gruppo di nostri amici extraterrestri si propose di portare in salvo, al momento opportuno, una rappresentanza della nostra umanità in pericolo; questa missione, però, non sarà senza ostacoli. Essi dovranno lottare contro altri esseri, dominatori di 2 gruppi di sistemi solari della nostra Galassia, che si oppongono drasticamente ad ogni intervento nell'evoluzione dei popoli planetari arretrati, onde conservare il monopolio del potere, impedendo l'insorgere di nuovi possibili rivali. La situazione politica del settore della Galassia ove si trova il nostro sistema solare è tutt'altro che tranquilla. 3 gruppi di popoli planetari molto evoluti si dividono il potere. Chiamiamoli "X", "Y" e "Z".
I gruppi "X" ed "Y", intransigenti, impediscono al gruppo "Z", moderato a di sentimenti meno duri, d'intervenire in aiuto dei popoli arretrati che sono, pertanto, condannati a decine e decine di millenni d'inutile e tormentoso travaglio evolutivo. Ogni tentativo di contatto viene frustrato, ogni infrazione infallibilmente scoperta ed i suoi effetti neutralizzati con raffinatissimi espedienti. Menzogne su menzogne vengono propinate, con la telepatia ed altri mezzi sconosciuti, ai popoli in evoluzione e la conoscenza dell'Universo è loro rigorosamente preclusa. Il gruppo "Z", da parte sua, cerca, nei limiti del possibile, d'impedire ai gruppi tiranni degli occulti atti di ostilità contro la Terra. La nostra millenaria civiltà non è destinata a perire. Parte dei terrestri saranno trasferiti, a tempo debito, su un altro pianeta. Al disopra delle odiose lotte che imperversano nella Galassia, ci perviene un messaggio di amore e di fratellanza che sovrasta il tempo e lo spazio.

 

Il Direttore

 

Siragusa Eugenio

 

Fonte

Altri libri di Donald E. Keyhoe

Alien from space by Donald E. Keyhoe
Alien from space by Donald E. Keyhoe
The Flying Saucer Conspiracy by Donald E. Keyhoe
The Flying Saucer Conspiracy by Donald E. Keyhoe

2
2
sito ufologico