New entry

Links
Links
Links
Links
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Statistiche
Flag Counter
 


Il mistero dell'UFO crash ad Aurora nel 1897

UFO a forma di sigaro colpisce Windmill ( Neil Riebe )
UFO a forma di sigaro colpisce Windmill ( Neil Riebe )

Lo stato del Texas è da sempre chiamato "il grande stato". Questa espressione vale per molte cose, ma è vero soprattutto in materia di "menzogne". E' il caso di una storia che viene da una piccola cittadina a nord di Fort Worth in Texas, città con 1.044 abitanti secondo l'ultimo censimento nel 2010, ma giudicate voi.


La piccola cittadina di Aurora sembrerebbe essere stata il teatro, nel lontano 1897 intorno alle ore 6 AM ( 6:00 ), di un UFO Crash contro un mulino a vento di proprietà di un certo Proctor J.S.. Insieme ai resti dell'oggetto volante non identificato, ritenuto, "non di questo mondo" dagli abitanti di Aurora, venne rinvenuto il corpo esanime di un piccola creatura dalle sembianze umanoidi.

L'alieno fu chiamato dai locali con il nome di "pilota marziano" ed il corpo fu sepolto nel cimitero locale. Tra i tanti rottami dovuti all'impatto furono ritrovati anche alcuni detriti che avevano delle incisioni simili a geroglifici.

Secondo i racconti dell'epoca, i resti metallici o rottami dell'UFO, su cui erano riportate queste incisioni, furono gettati in un pozzo nella proprietà di Proctor J.S.. In seguito, i rottami furono rinvenuti da Oates Brawley, un proprietario terriero che acquistò nel 1945 la proprietà di Proctor J.S. e che tentò di liberare il pozzo dai frammenti metallici al fine di servirsene per scopi agricoli. Ma successivamente, Oates Brawley si ammalò di una grave forma di osteoartrite che gli causò delle  deformazioni fisiche più o meno gravi ; supponendo che la malattia fosse causata dall'acqua contaminata, il pozzo venne definitivamente chiuso nel 1957 con una lastra di pietra.
Questo evento ha fatto diventare la cittadina di Aurora un "sito storico".  L'incidente di Aurora, vero o no che sia, è riuscito a rimanere nella memoria di molti tanto da arrivare fino ai giorni nostri, infatti, questa storia è stata anche d'ispirazione per un film del 1986 dal titolo "The Aurora Encounter".

 

The Aurora Encounter - La copertina del DVD
The Aurora Encounter - La copertina del DVD

Nonostante i tempi, la notizia si diffuse rapidamente anche nel 1897 grazie ad un articolo del Dallas Morning News scritto dal reporter SE Haydon. 

Articolo del Dallas Morning News scritto dal reporter SE Haydon.
Articolo del Dallas Morning News scritto dal reporter SE Haydon.

Secondo un articolo del quotidiano Dallas Morning News , scritto dal SEHaydon 2 giorni dopo, il 19 aprile, i residenti sono rimasti molto sorpresi quando hanno letto di aver identificato un "dirigibile" in movimento a bassa velocità, compresa tra le 10 e le 12 miglia orarie. L'avvistamento di un oggetto volante a bassa velocità sopra le loro teste, 6 anni prima del volo sperimentale dei fratelli Wright è stato sicuramente uno  strano spettacolo. Secondo i residenti, la causa della bassa velocità era dovuta  ad un guasto o danni al "dirigibile".


Altro quotidiano, Express, San Antonio, 1 April 1986 che documenta l'accaduto
Altro quotidiano, Express, San Antonio, 1 April 1986 che documenta l'accaduto

La storia fu dimenticata fino al 24 maggio 1973 quando apparve un articolo dell'Adnkronos: Aurora, Texas - Una tomba in un piccolo cimitero a nord del Texas contiene il corpo di un astronauta del 1897 che non era "un abitante di questo mondo", secondo l'International UFO Bureau.

Sarà anche un caso, ma nello stesso anno ( 1973 ), un team di ricercatori portò avanti una serie di investigazioni finalizzate a ricostruire in modo veritiero la successione cronologica degli eventi che precedettero e seguirono l'UFO crash di Aurora. Una volta riscontrato un alto tasso di radiazioni sia in prossimità della tomba, sia in prossimità del pozzo, gli investigatori pressarono le autorità locali affinché acconsentissero alla loro richiesta di scavare nei pressi della lapide e riesumare il cadavere del piccolo pilota. Una volta ottenuto il permesso però, venne negato l'ingresso al cimitero e quando fu riaperto al pubblico, dopo qualche settimana, la lastra che recitava le iscrizioni era stata inspiegabilmente spostata mentre l'ipotetica lapide scomparve del tutto insieme alla speranza di riesumare il cadavere e scoprire la verità celata dietro la tormentata vicenda.

Nel cimitero pubblico di Aurora, una targa recita che : Il "pilota marziano", deceduto all'impatto nell'incidente di Aurora del 1897, fu sepolto regolarmente nel cimitero del paese .
Nel cimitero pubblico di Aurora, una targa recita che : Il "pilota marziano", deceduto all'impatto nell'incidente di Aurora del 1897, fu sepolto regolarmente nel cimitero del paese .


Un gruppo, che indaga sugli oggetti volanti non identificati, ha già avviato azioni legali per riesumare il corpo e andrà in tribunale, se necessario, per aprire la tomba.
Dopo un paio di giorni dall'uscita dell'articolo saltò fuori anche una testimone di 91 anni, all'epoca dei fatti ne aveva 15, che solo grazie all'articolo giornalistico aveva ricordato l'episodio ormai dimenticato.
La vecchietta ricordò che i suoi genitori andarono sul luogo dell'incidente, ma non le avevano permesso di seguirli per paura di quello che si sarebbe potuto trovare tra i rottami. Inoltre ricordò che i resti del "piccolo pilota" furono sepolti nel cimitero di Aurora.
La ritrovata popolarità del caso portò a fare delle ricerche ed alcuni frammenti di metallo, ritrovati nei pressi del luogo del UFO crash, vennero analizzati alla North Texas State University. Uno dei frammenti analizzati fu ritenuto molto interessante in quanto era composto principalmente di ferro ma non sembrava mostrare proprietà magnetiche.
Riguardo alla riesumazione del corpo del presunto alieno in molti hanno richiesto i permessi per procedere ma mai nessuno e per ragioni mai spiegate è riuscito a portare a termine l'operazione che avrebbe potuto fare luce sul mistero. Sicuramente l'esercito americano ne sa qualcosa, visto che molti dei suoi esponenti sono stati visti ad Aurora negli anni, ma mai nessuno ha chiarito la loro presenza nella cittadina.
Oggi Aurora si è modernizzata ma tuttavia il suo lontano passato è ancora presente anche se molte tracce sono andate perse o addirittura rubate come la lapide della tomba del presunto alieno.


Conclusioni:


Qual'è dunque la verità dietro l' incidente di Aurora ?

Una trovata per pubblicizzare il paese di Aurora, vittima di una grande carestia e di un profondo disagio economico, o qualcosa di ben più grande, riconducibile ad un'attività extraterrestre?
Negli ultimi 10 anni il caso è stato riaperto e delle analisi molto recenti hanno rilevato su un albero in prossimità del sito dell'UFO crash un materiale che non può esistere sulla Terra, formato da una lega di alluminio ed un metallo sconosciuto!
Nonostante siano tantissimi gli elementi che avvalorano l'ipotesi di UFO crash, l'incidente di Aurora, ancora oggi, rimane sepolto sotto un'alone di mistero, in tutti i sensi.


A Caccia di UFO Primo contatto 1897

2
2
sito ufologico