New entry

Conferenza ufologica a Torino con Paola Harris, 08/06/17.

Tutte le info

Links
Links
Links
Links
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Statistiche
Flag Counter
 


"Canada's Roswell"

Shag Harbour UFO sigthing 1967
Canada
Canada

Il documentario "Canada's Roswell", considerato il 2° caso UFO ( ed USO ) più importante del mondo, tanto da essere stato appunto definito "Il Roswell del Canada".

Official Canadian UFO documents

Il 4 ottobre del 1967 molti abitanti della Nuova Scozia videro qualcosa di strano che volava in cielo dotato di luci molto brillanti.

Il misterioso oggetto si immerse nell'acqua vicino a Shag Harbour ed alcuni pescatori insieme alla Guardia Costiera cercarono di mettere in salvo gli eventuali occupanti.
Ma quando le navi arrivavano sulla scena quello che trovarono fu una misteriosa chiazza gialla sulfurea.
Alcuni testimoni affermano però che ci fosse un oggetto nero che si muoveva sotto l'acqua.
Sembrava che la cosa fosse finita, ma un giornale di Halifax ed altre agenzie ricevettero numerose chiamate da persone lungo la costa che avevano visto strane cose.
Tra queste persone vi era un capitano di un DC-8 della Linea Aerea del Canada. Stava volando a sud est del Quebec quando disse di aver visto un oggetto molto grande di forma rettangolare seguito da uno sciame di luci.
Dopo pochi secondi disse che ci furono alcune esplosioni vicino all'oggetto mentre le luci bianche sembrano muoverglisi intorno.
Un altro testimone afferma di aver visto una sfera di colore arancione che sorgeva dall'acqua senza alcun suono.
E ci sono testimonianze di almeno 700 abitanti di Shag Harbour che hanno visto uno strano oggetto arancione!
Alle 10,20 il Comando di Ricerca di Halifax riferì che l'oggetto era un UFO eliminando così la possibilità che fosse un aeroplano. Da ora in avanti fu chiamato Dark Object.

Nova Scotia, Canada. 4 ottobre 1967. Questo evento permise al piccolo villaggio di pescatori di Shag Harbor di apparire finalmente sulla carta geografica.

Nella punta a sud della Nova Scotia, questa piccola comunità rurale fu teatro di uno dei più documentati UFO-crashes degli ultimi 30 anni! Fino ad allora non era nemmeno segnata sulla cartina, ma dall'oggi al domani tutto cambiò.

La comunità aveva alle sue spalle storie straordinarie di serpenti di mare, calamari cannibali, navi fantasma.

Ma nell'ottobre 1967 si aggiunse un altro fenomeno al folklore locale: una visita da parte di un UFO di ignote origini ( o forse 2! ), che, dopo essere penetrato nell'atmosfera terrestre dalla Siberia, già in avaria, sarebbe entrato nelle acque del porto portando l'attenzione del mondo sulla zona.

I residenti quella notte fatidica videro, alle ore 19:12, delle strane luci arancioni volare in cielo, così come anche i piloti di un aereo, che erano stati da queste sorpassati.

 

Shag Arbour UFO sighting 1967 Canada
Shag Arbour UFO sighting 1967 Canada

Dopo di che vi furono alcune esplosioni. 5 ragazzi dissero che le luci lampeggiavano in sequenza e poi si inclinarono a 45° sopra l'acqua, fluttuarono sulla superficie ad un miglio e mezzo dalla riva e poi s'inabissarono.
All'inizio tutti pensarono che fosse un aereo in avaria e subito corsero ad avvisare la polizia Reale canadese, di base a Barrington Passage. Il comandante, Ron Pound, intanto, era già stato avvisato per telefono da una donna e si stava dirigendo nel luogo dell'ammaraggio, dove vide anche lui le 4 luci collegate tra loro ad un corpo solido, che misurava 60 piedi. Pound si recò quindi sulla riva per vedere meglio assieme agli altri poliziotti, Victor Werbieki, Ron O'Brien, ed altri villici.
Tutti videro chiaramente le luci gialle muoversi sull'acqua, affondare lentamente, lasciando della schiuma dietro di loro.

La barca n. 101 della Guardia Costiera ed altre barche si precipitarono nel mare sul luogo dove le luci erano sparite in profondità. Era visibile solo la schiuma gialla, oleosa, che indicava che un corpo solido si era inequivocabilmente immerso. Non fu trovato nient'altro quella notte e le ricerche furono interrotte alle 03:00 del mattino dopo, ma a questo punto le speculazioni sul fatto che l'oggetto in questione non fosse un aeroplano presero piede. Dopo alcuni giorni difatti nel giornale Halifax Chronicle-Herald uscì un articolo secondo cui quell'oggetto poteva anche trattarsi di un UFO, scartando l'ipotesi che fosse un aereo.

The Chronicle-Herald UFO shag harbour 1967
The Chronicle-Herald UFO shag harbour 1967

Nel suo libro "Dark Object" scritto assieme all'ufologo Don Ledger, Chris Styles dice che l'incidente stesso era stato appunto chiamato Dark Object.


Dark object by Don Ledger & Chris Styles
Dark object by Don Ledger & Chris Styles

Nonostante tutto, la marina canadese sospese ogni ricerca il giorno dopo l'evento concludendo che non c' era nessuna traccia, nessun indizio, niente.
Per cui non vi fu mai nemmeno una spiegazione ufficiale, solo teorie e speculazioni. Una spiegazione plausibile era che un'astronave russa si fosse schiantata, perché nella zona circolavano sottomarini russi. Oppure che gli USA avessero preso parte alle indagini ma questi negarono.
Per anni il fenomeno rimase inspiegato, e fu lasciato nel dimenticatoio. Sommozzatori setacciarono il fondo oceanico per altri giorni, ma inutilmente.
La storia del misterioso UFO-crash di Shag Harbor finì velocemente così come era iniziata e questo, fino al 1993, quando Chris Styles ( che aveva 12 anni all'epoca dei fatti, e che aveva visto l'oggetto dalla sua stessa camera da letto, che dava sul porto di Halifax ) aveva deciso di indagare.
Così, supportato dall'ufologo del Mufon Don Ledger, si mise egli stesso a fare estenuanti ricerche risalendo ai testimoni uno ad uno per ricostruire i fatti..
Gli sforzi di Styles portarono un nuovo respiro alla vicenda.

Egli ritrovò tutti i testimoni di quella sera attraverso i giornali, e riuscì anche ad intervistare la maggior parte di loro, sempre assistito da Ledger. Entrambi scoprirono molti documenti che mostravano l'evidenza di quanto era avvenuto.
Scoprirono che quando i sommozzatori di Granby finirono il loro lavoro il caso ancora non era stato chiuso; assieme ad altre persone i sommozzatori fecero rapporto.

L'oggetto che presumibilmente si era schiantato nelle acque dell'oceano, aveva navigato sommerso e se nera presto andato dalla zona ed era giunto a Government Point, vicino ad una base di rilevazione sottomarina, dove fu rilevato dal sonar.
Subito dopo furono mandate navi militari che si posizionarono sopra l'UFO. Dopo 2 giorni, i militari pensarono di effettuare un'operazione di recupero, quando un altro UFO si aggiunse al primo, presumibilmente per prestargli soccorso. Allora la marina decise di aspettare e di guardare come si svolgessero i fatti. Dopo circa una settimana di osservazione sui 2 UFO, alcune navi furono mandate ad investigare un sottomarino russo che era entrato nelle acque canadesi.

A questo punto, i 2 UFO si mossero e si diressero al Golfo di Maine, distanziando di parecchio le navi della marina, uscirono in superficie e schizzarono in cielo.

Questi eventi straordinari furono corroborati da molti testi, sia civili che militari. Sfortunatamente, i resoconti non furono pubblicati e registrati.
Il personale militare in pensione aveva paura di parlare apertamente perché avrebbe perso la pensione, ed i civili temevano di essere presi per pazzi e di vedere violata la loro privacy. Gli eventi straordinari di Shag Harbor occupano un posto importante nell'ufologia. Ci sono pochi dubbi sul fatto che un UFO si sia schiantato nelle acque dell'oceano quel giorno fatidico. Uscito il libro di Styles e di Ledger, dal titolo Dark Object, equipes televisive dagli States e dal Canada fecero interviste ai testimoni, che però non vollero essere fotografati. Anche il National Enquirer volle fare interviste.
Gente da Roswell arrivò per fare paragoni tra il loro UFO-crash e questo. Ancora oggi i turisti si recano a visitare Shag Harbor e collezionano le bottiglie d'acqua.
Sono stati persino messi sul mercato dei francobolli con l'immagine dell'UFO ammarato, ideati da Cinty Nickerson.

Alcuni documenti ufficiali del governo canadese di questo incidente ben documentati ( all courtesy of roswellproof.com ).

Priority message from CFC (Canadian Forces Command) to CMC (Canadian Maritime Command) on 10/5/67
Priority message from CFC (Canadian Forces Command) to CMC (Canadian Maritime Command) on 10/5/67
Priority Teletype from RCC in Halifax to the Canadian Forces Headquarters (10/5/67)
Priority Teletype from RCC in Halifax to the Canadian Forces Headquarters (10/5/67)
Priority message from CMC to Atlantic Fleet Diving Unit (10/5/67)
Priority message from CMC to Atlantic Fleet Diving Unit (10/5/67)
Memo from director of the rescue operations (10/6/67)
Memo from director of the rescue operations (10/6/67)
DND (Department of National Defense) memo
DND (Department of National Defense) memo

"Canada's Roswell" 1/5

"Canada's Roswell" 2/5

"Canada's Roswell" 3/5

"Canada's Roswell" 4/5

"Canada's Roswell" 5/5

2
2
sito ufologico