New entry

Conferenza ufologica a Torino con Paola Harris, 08/06/17.

Tutte le info

Links
Links
Links
Links
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Statistiche
Flag Counter
 


Il Trattato di Greada 1954

The Greada treaty 1954
The Greada treaty 1954

❖ 1954 Riunione di Eisenhower con gli extraterrestri 


Riassunto:

Nelle prime ore della notte tra il 20-21 febbraio 1954, durante una vacanza a Palm Springs, in California, il presidente Dwight Eisenhower "scomparve" e presumibilmente, venne portato a Edwards Air Force Base per un incontro segreto. Quando si presentò la mattina successiva ad una funzione religiosa a Los Angeles, i giornalisti dissero, che il presidente doveva subire un trattamento odontoiatrico di emergenza e che la sera precedente aveva incontrato un dentista locale per discutere sull'intervento che avrebbe dovuto effettuare. Più tardi, il dentista comparve ad una funzione religiosa presentandosi come il "dentista" che aveva effettuato l'intervento al presidente Eisenhower. La mattina successiva alla notte "mancante", stava  prendendo forma una "diceria" sulla possibilità che il presidente Eisenhower aveva usato la presunta storia del dentista per coprire un evento straordinario. L'evento più significativo che ogni presidente americano potrebbe dover condurre:

 

un presunto "Primo Contatto" con tanto di incontro con gli extraterrestri, che, in questo caso, si svolse presso la Edwards Air Force Base ( precedentemente Muroc Airfield ), e da lì, l'inizio di una serie di incontri con diverse razze extraterrestri, che lo portarono alla firma di un trattato tra umani ed extraterresti. 


Questo articolo, esplora le prove dell'avvenuto primo incontro  con gli extraterrestri di aspetto distintivo "nordico", incontro, che non andò a buon fine. Successivamente ce ne fu un altro,

che portò ad un trattato concordato e firmato con una diversa razza extraterrestre soprannominata i "Grigi", con le motivazioni delle diverse razze extraterrestri coinvolte.

Dr. Michael E. Salla
Dr. Michael E. Salla

Chi l'Autore


Dr. Michael E. Salla ha ricoperto incarichi accademici presso la Scuola di Servizio Internazionale, American University, Washington DC ( 1996-2001 ), e il Dipartimento di Scienze Politiche, Australian National University, Canberra, Australia ( 1994-1996 ). Ha insegnato come docente a contratto presso la George Washington University, Washington DC., nel 2002. Attualmente sta studiando metodi di trasformazione della pace come ricercatore nel Centro per la pace globale ( 2001-2004 ) e dirige il Programma di Pace come ambasciatore del Centro, e un Master in Filosofia presso l'Università di Melbourne, Australia. Ha un dottorato di ricerca in Governo presso l'Università del Queensland, Australia e un Master in Filosofia presso l'Università di Melbourne, Australia. Egli è l'autore di Exopolitics: implicazioni politiche della presenza extraterrestre ( Dandelion Libri, 2004 ) e Viaggio dell'Eroe verso un Secondo secolo americano ( Greenwood Press, 2002 ) e co-editor/author di altri 3 libri, e autore di più di 70 articoli , capitoli e recensioni di libri sulla pace, conflitti etnici e risoluzione dei conflitti.  Ha condotto ricerche sul campo e nei conflitti etnici a Timor Est, Kosovo, Macedonia e Sri Lanka.

Ha organizzato una serie di workshop internazionali che coinvolgono partecipanti di livello medio alto provenienti da questi conflitti.

Ha un sito accademico http://www.american.edu/salla/ ed è il fondatore del sito web: http://www.exopolitics.org

 

Exopolitics: Political Implications of the Extraterrestrial Presence by Michael E. Salla
Exopolitics: Political Implications of the Extraterrestrial Presence by Michael E. Salla

The Hero's Journey Toward a Second American Century by Michael E. Salla
The Hero's Journey Toward a Second American Century by Michael E. Salla
The Hero's Journey Toward a Second American Century by Michael E. Salla
The Hero's Journey Toward a Second American Century by Michael E. Salla


Exposing U.S. Government Policies on Extraterrestrial Life by Michael E. Salla
Exposing U.S. Government Policies on Extraterrestrial Life by Michael E. Salla
Exposing U.S. Government Policies on Extraterrestrial Life by Michael E. Salla
Exposing U.S. Government Policies on Extraterrestrial Life by Michael E. Salla


Galactic Diplomacy: Getting to Yes with ET by Michael E. Salla
Galactic Diplomacy: Getting to Yes with ET by Michael E. Salla
Galactic Diplomacy: Getting to Yes with ET by Michael E. Salla
Galactic Diplomacy: Getting to Yes with ET by Michael E. Salla

Il documento esaminerà ulteriormente perché questi eventi sono stati tenuti segreti per tanto tempo.
Ci sono prove indiziarie e testimoni di supporto sull'incontro di Eisenhower con gli extraterrestri e dell'avvio ad una serie di incontri che si conclusero con la firma di un trattato con un diverso gruppo di extraterrestri.
Interessanti sono le circostanze che circondano la presunta vacanza invernale di Eisenhower a Palm Springs, in California dal febbraio 17-24 del 1954. In primo luogo, la "vacanza  del Presidente", che è stata annunciata piuttosto all'improvviso e a ridosso ( a meno di una settimana ) dalle vacanze di Eisenhower fatte in Georgia in occasione del tiro alla quaglia.
Secondo il ricercatore UFO, William Moore, tutto questo era abbastanza inusuale e trovò alquanto strano ne il  motivo per quella visita in settimana a Palm Springs dopo la vacanza.
In secondo luogo, il Sabato notte del 20 febbraio, il presidente Eisenhower non era reperibile, alimentando speculazioni della stampa che era stato male o addirittura morto. In una conferenza stampa convocata in tutta fretta dal segretario stampa di Eisenhower, annunciò che Eisenhower aveva perso una copertura di un dente mentre mangiava del pollo fritto e dovette obbligatoriamente andare da un dentista locale.
Il dentista locale, venne  introdotto in una funzione ufficiale di Domenica 21 febbraio, come "il dentista che aveva trattato il presidente". Dall'indagine di Moore risulterebbe che l'incidente del presidente dal dentista era una storia di copertura per nascondere il vero luogo dove Eisenhower risiedeva in quel momento.
Di conseguenza, Eisenhower mancò per una serata intera e potrebbe essere stato prelevato a Palm Springs e portato a Airfield Muroc, successivamente ribattezzata Edwards Air Force Base. La natura della vacanza in programma del Presidente e la storia di copertina del dentista,  forniscono prove circostanziali che il vero scopo della sua vacanza a Palm Springs era un'altro.
Questo evento per lui era di un' importanza tale da non poter essere divulgato al pubblico in generale .
Un incontro con gli extraterrestri potrebbe essere stato il vero scopo della sua visita a Edwards Air Force Base di Palms springs.

Edwin Griswold Nourse
Edwin Griswold Nourse
Meade Layne
Meade Layne

Cardinale James Francis MacIntyre
Cardinale James Francis MacIntyre
Douglas MacArthur
Douglas MacArthur

Lettera di Gerald Light su Eisenhower che incontrò gli extraterrestri


Un’ulteriore ed illuminante conferma sui fatti di Muroc, in realtà, sarebbe giunta quasi a distanza di 2 mesi da quel 20 febbraio del 1954 attraverso una lettera privata pervenuta al ricercatore metafisico Meade Layne del Borderland Sciences Research Association ( oggi Borderland Sciences Research Foundation ) dal suo amico Gerald Light, che, insieme ad altri testimoni, asserì di essere stato presente all’incontro di Eisenhower, perché faceva parte di una delegazione di leader della comunità. Il presunto scopo, suo e degli altri della delegazione, fu quello di testare la reazione del pubblico alla presenza di extraterrestri.
Meade Layne descrive Light come uno "scrittore di talento altamente istruito e docente", che era abile sia nella chiaroveggenza che nell'occulto. .
Tuttavia la storia della lettera di Light vide la luce solo nel 1980 quando venne pubblicata negli USA all’interno del volume “The Roswell Incident” scritto da Moore e Berlitz.

 

The Roswell Incident by Charles Berlitz & William L. Moore
The Roswell Incident by Charles Berlitz & William L. Moore

Nel 1954 Layne, allora direttore del Borderland Sciences Research Association, aveva sentito anche lui quelle voci, ma vi aveva prestato scarsa attenzione finché, 3 mesi dopo, il 16 aprile, non ricevette una lettera stupefacente da uno dei suoi soci, Gerald Light di Los Angeles. In quella lettera Light dichiarava di avere trascorso circa 48 ore nella Base Aerea di Edwards, in compagnia di altri 3 uomini:


il giornalista Franklin Allen del gruppo Hearst

il finanziere Edwin Nourse del Brookings Insitute

il vescovo, poi cardinale, James F. A. McIntyre di Los Angeles


Quanto segue è la traduzione della lettera originale di Light.


Gerald Light
10545 Scenario Lane
Los Angeles, California
(Lettera Ricevuta 4-16-1954)

Sig. Meade Layne
San Diego, California

«Mio caro amico, sono appena rientrato da Muroc. Il resoconto è vero, devastantemente vero!
Ho viaggiato in compagnia di Franklin Allen delle Edizioni Hearst, Edwin Nourse del Brookings Institute (un tempo consulente finanziario di Truman) e del vescovo McIntyre di Los Angeles (che questi nomi restino per ora confidenziali, per favore). Quando ci è stato consentito di entrare nel settore riservato della base ( dopo circa 6 ore in cui sono stati verificati tutti i possibili fatti, eventi, momenti e aspetti delle nostre vite a livello pubblico e privato), ho avuto la netta sensazione che il mondo fosse finito, e con un realismo incredibile. Non ho mai visto tanti esseri umani in uno stato simile di completo collasso e confusione mentale, come se avessero compreso che il loro mondo era davvero finito, in modo estremamente definitivo e indescrivibile. La realtà dei mezzi volanti provenienti da “altri piani” del creato è ora e per sempre avulsa dall’ambito delle ipotesi per divenire invece parte – con tutti i problemi che ciò evoca – della coscienza di qualunque nostro gruppo responsabile di carattere scientifico e politico. Durante la mia visita di due giorni ho visto separatamente cinque diversi tipi di velivoli allo studio di nostri ufficiali piloti – con l’assistenza e il permesso degli “Eterici” (termine coniato da Light x gli alieni ndr). Non ho parole per esprimere le mie reazioni. Finalmente è accaduto. Adesso è un problema che riguarda la Storia. Il presidente Eisenhower, come forse già saprai, è stato portato segretamente una notte a Muroc durante la sua recente visita a Palm Springs. E’ mia convinzione che egli ignorerà il tremendo conflitto fra le varie “autorità” e invece si rivolgerà direttamente alla gente attraverso la radio e la televisione, se questa soluzione di impasse si prolungherà. A quanto ho potuto saperne, una dichiarazione ufficiale al Paese è in preparazione, per essere divulgata verso la metà di maggio.
Lascerò alle tue eccellenti capacità di deduzione il costruire un quadro di insieme del pandemonio emotivo e mentale che sta attualmente colpendo le coscienze di centinaia di esponenti delle nostre “autorità” scientifiche e di diversi “dotti” nelle varie conoscenze specialistiche alla base della fisica odierna. In certi momenti non riesco a non provarne pietà in me stesso di fronte al patetico disorientamento di menti alquanto brillanti nel loro disperato tentativo di ottenere qualche spiegazione razionale in grado di giustificare ancora i loro vecchi concetti con tutte le loro teorie. Ho ringraziato il mio destino personale per avermi da tempo aperto a prospettive metafisiche e imposto così di trovare le dovute risposte. Vedere delle pur valide menti vacillare di fronte ad aspetti totalmente inconciliabili per la loro “scienza” non è piacevole. Ho ormai dimenticato quanto comuni i fenomeni quali la smaterializzazione di oggetti solidi siano diventati per me adesso. La possibilità per un corpo di andare e venire attraverso dimensioni “eteriche” o spirituali è divenuta così familiare per me nel corso degli anni da farmi dimenticare che tali manifestazioni potrebbero in effetti compromettere l’equilibrio mentale di un uomo che non vi fosse stato preparato. Non dimenticherò mai quelle 48 ore a Muroc.


Gerald Light


Light descrive l'evento dell'incontro in termini di panico e confusione da parte di molti dei presenti, l'impatto emotivo sul presunto atterraggio, l'enorme differenza di opinioni e rispondere ai visitatori extraterrestri. L'impatto psicologico ed emotivo descritto da Light per gli alti responsabili della sicurezza nazionale in occasione della riunione con gli extraterrestri è coerente, soprattutto se teniamo conto che tale evento ti cambia la vita.
Un ulteriore modo per valutare la descrizione di Light è quella di indagare sulle figure che parteciparono alla delegazione della comunità, e se i delegati potevano realmente essere plausibili e adatti per tale riunione.

Edwards Air Force Base
Edwards Air Force Base

 

Il Dottor Edwin Nourse ( 1883-1974 ) è stato il primo presidente del Consiglio dei consulenti economici del Presidente ( 1944-1953 ) ed è stato capo consigliere economico del Presidente Truman.
Nourse ufficialmente ritirato a vita privata nel 1953 sarebbe stato certamente una buona scelta per qualcuno che potesse dare consigli confidenziali economici per l'amministrazione Eisenhower. Se il Dottor Nourse fosse stato presente a tale incontro, avrebbe potuto fornire la sua esperienza sul possibile impatto economico di un primo contatto con gli extraterrestri.
Un'altra delle persone citate da Light, era il  vescovo Macintyre. Il Cardinale James Francis Macintyre era il vescovo e capo della Chiesa cattolica di Los Angeles ( 1948-1970 ) e sarebbe stato un indicatore importante per la possibile reazione da parte dei leader religiosi in generale ed in particolare, all'istituzione religiosa più influente e potente sul pianeta ( la Chiesa cattolica romana ). In particolare, il Cardinale Macintyre sarebbe stato una buona scelta come rappresentante per il Vaticano da quando fu nominato primo cardinale per la parte occidentale degli Stati Uniti da Papa Pio XII nel 1952.
Il cardinale Macintyre ha rango e l'autorità sufficiente per rappresentare la Chiesa cattolica e la comunità religiosa in una delegazione di leader della comunità.
Il quarto membro della delegazione di leader della comunità era Franklin Winthrop Allen, un ex giornalista del gruppo Hearst Quotidiani. Allen aveva 80 anni, autore di un libro su come istruire i giornalisti nell'affrontare udienze / commissioni del Congresso e sarebbe stata una buona scelta per un membro della stampa, che avrebbe potuto garantire la riservatezza.
I 4 rappresentati e alti dirigenti delle comunità, spirituale, economica, giornalistica e religiosa, sarebbero state  certamente scelte plausibili per una delegazione della comunità che poteva fornire consigli riservati su una possibile risposta pubblica ad un primo evento di contatto che coinvolge razze extraterrestri.
Una tale scelta avrebbe costituito un gruppo di "saggi" che sarebbero entrati nel personaggio per la natura conservatrice della società americana nel 1954.

  1. la notte mancante di Eisenhower.
  2. la debole "storia di copertina" utilizzata per l'assenza di Eisenhower.
  3. la descrizione di Light, di eventi reali in occasione della riunione in termini di impatto psicologico ed emotivo sulla riunione descritta, che è coerente con quello che poteva essere anticipato.
  4. La descrizione finale di Light sulla composizione dei leader della comunità o "saggi" nel corso della riunione.

 
Questi quattro elementi collettivamente forniscono prove circostanziali che un incontro con gli extraterrestri avvenne e che Eisenhower era presente.


Testimonianze di supporto Meeting di Eisenhower con gli extraterrestri

 

Ci sono una serie di altre fonti attinenti relative ad un incontro extraterrestre presso la Edwards Air Force Base, che corrispondeva ad un primo evento di contatto formale.
Queste fonti, sono basate su testimonianze di "informatori" che hanno visto documenti o appreso dai loro "contatti insider" a tale riunione.

Queste testimonianze descrivono quello che sembrano essere 2 serie separate di incontri, che coinvolgono diversi gruppi extraterrestri che si sono incontrati sia con il presidente Eisenhower e/o con i funzionari dell'amministrazione Eisenhower nel corso di un breve periodo di tempo.
Il primo di questi incontri, il, "primo contatto", non portò ad un accordo con gli extraterrestri. Mentre il secondo di questi incontri, portò ad un accordo, e questo, divenne la base per  successive interazioni segrete con razze extraterrestri coinvolte nel "Trattato" che fu firmato.

Vi è una certa discrepanza nella sequenza di incontri che sui luoghi in cui sono stati effettuati, ma tutti concordano sul fatto che un "primo incontro" che coinvolse il presidente Eisenhower si è verificato e che uno di questi incontri si è verificato con la sua visita nel Febbraio del 1954 presso la Edwards Air Force Base.
La prima versione dell'incontro di Eisenhower fu descritta da uno dei più 'controversi' informatori di sempre, che si fece avanti nell'arena pubblica per descrivere una presenza extraterrestre, William Cooper . Appartenente alla squadra informativa dell'Intelligence navale per il comandante della flotta del Pacifico tra il 1970-1973, Cooper, aveva accesso a documenti classificati e che dovette  rivedere al fine di svolgere i suoi doveri informativi.

 

Le inquietanti rivelazioni di Bill Cooper

 

Da quanto esposto fino ad ora è emerso che salvo sporadiche e parziali indiscrezioni uscite negli anni seguenti al 1954, sono trascorsi 25 anni per ottenere finalmente nuovi elementi che consentissero di far ulteriore luce sull’incredibile vicenda.

Il lavoro di Moore in effetti ha rappresentato un passo in avanti, che fortunatamente non risultò unico, in quanto, a partire dal 1980 e nelle due decadi successive, ulteriori rivelazioni furono rese pubbliche da ex militari, membri dell'Intelligence e impiegati del governo americano. Uno di questi personaggi, definiti rivelatori in ambito ufologico, che ha fatto parlare molto nel corso degli anni è l’americano William Milton Cooper scomparso tragicamente ( nel corso di un controverso “scontro” a fuoco con la polizia ) nel novembre 2001. Cooper controverso personaggio, inviso a buona parte della comunità ufologica tradizionale che lo riteneva un semplice paranoico cospirazionista, divenne famoso per le sue inquietanti rivelazioni sugli Alieni, il Majestic 12, il Governo Ombra e il Nuovo Ordine Mondiale. William ( Bill ) Cooper, il cui padre era nell’USAF, prestò servizio prima con lo Strategic Air Command dell’aeronautica Militare degli Stati Uniti, assolvendo incarichi segreti sui bombardieri B-52, sui velivolo di rifornimento KC-135, e con i missili Minuteman ( ICBM ).

Dopo essersi congedato dall’USAF nel 1965 entrò nella marina militare prestando servizio a bordo del sottomarino USS Tiru (SS-416) e di altre unità navali. Cooper è stato membro dell’ONI ( Office of Naval Intelligence ), i servizi segreti della Marina Militare americana. Durante il conflitto del Vietnam Cooper fu insignito di diverse medaglie per il suo comando ed eroismo in combattimento, incluso due medaglie al Valore.

In seguito ha prestato servizio nell’Intelligence Briefing Team per il Comandante in Capo della Flotta del Pacifico. Cooper, Sottufficiale di prima classe, dopo essere stato assegnato al Centro Comando del CINCPACFLT ( Commander In Chief, US Pacific Fleet ) a Makalapa Hawaii ha ottenuto un nulla osta alla segretezza Top Secret dove comincia ad occuparsi di operazioni Top Secret. Nel Dicembre 1975 Cooper ha ricevuto il suo onorevole congedo dalla Marina Militare. Quanto segue sono alcuni stralci di dichiarazioni ed informazioni fornite da Cooper nel corso degli anni ( attraverso convegni ufologici, articoli e pubblicazioni varie tra cui il volume “Behold a Pale Horse” ) e scaturite in parte da documenti Top Secret visionati tra il 1970-73 mentre era in Marina aggregato alla squadra d’Intelligence Briefing dell’Ammiraglio Bernard A. Clarey ( Comandante in Capo della Flotta del Pacifico degli Stati Uniti ). Proprio in merito agli eventi di Muroc occorsi nel 1954 Cooper ha rilasciato una serie di informazioni che forniscono un quadro dai risvolti decisamente inquietanti. “Eisenhower ( dichiara Cooper ) sapeva che doveva affrontare e risolvere il problema alieno. Sapeva che non avrebbe potuto farlo rivelando il segreto al Congresso. Agli inizi del 1953 il nuovo Presidente si rivolse al suo amico nonché membro del Consiglio per le Relazioni Estere Nelson Rockefeller per aiutarlo con la questione aliena. Eisenhower e Rockefeller cominciarono a progettare una struttura segreta di supervisione delle operazioni aliene che sarebbe divenuta una realtà entro un anno. Nacque così l’idea dell’MJ-12. Fu lo Zio di Nelson, Winthrop Aldrich, il quale era stato cruciale nel convincere Eisenhower a candidarsi Presidente. L’intera famiglia Rockefeller e con loro l’impero Rockefeller aveva sostenuto fortemente Ike. Chiedere aiuto a Rockefeller per la questione aliena fu il più grande errore mai fatto da Eisenhower per il futuro degli Stati Uniti e più probabilmente per tutta l’umanità.

Entro una settimana dall’elezione di Eisenhower egli aveva nominato Nelson Rockefeller presidente di un Comitato Consultivo Presidenziale per le Organizzazioni Governative. Rockefeller era responsabile per la pianificazione e riorganizzazione del Governo. I programmi del New Deal (2) finirono collocati dentro un singolo ministero chiamato Dipartimento della Salute, Istruzione e Benessere. Quando il Congresso approvò il nuovo ministero nell’Aprile del 1953, Nelson fu nominato Sotto-segretario di Oveta Culp Hobby ( ndr. Oveta Culp Hobby durante la Seconda Guerra Mondiale fu a capo del Corpo Ausiliare Femminile dell’Esercito in seguito divenne il primo segretario del nuovo Dipartimento della Salute, Istruzione e Benessere ). Nel 1953 gli astronomi scoprirono grandi oggetti nello spazio che si stavano muovendo verso Terra. Inizialmente si credette che fossero asteroidi. Più tardi le evidenze provarono che gli oggetti potevano essere solamente navi spaziali. Il Progetto SIGMA intercettò radio-comunicazioni aliene. Quando gli oggetti raggiunsero la Terra si inserirono in un'orbita molto alta attorno l’equatore. C’erano diverse navi enormi, i cui scopi erano ignoti. Il Progetto SIGMA, ed un nuovo progetto, PLATO, attraverso le comunicazioni radio ed usando il linguaggio binario dei computer, fu capace di predisporre un atterraggio al quale seguì un contatto faccia a faccia con entità aliene di un altro pianeta. Il Progetto PLATO doveva tentare di stabilire relazioni diplomatiche con questa razza aliena”. Nel frattempo in base a quanto riferisce l’ex militare una razza aliena di tipo umanoide atterrò alla Base Aerea di Homestead in Florida e comunicò con successo con il Governo americano. “Questo gruppo alieno ( dichiara Cooper ) ci mise in guardia dagli alieni che orbitavano attorno l’Equatore ed offrì di aiutarci col nostro sviluppo spirituale. Loro richiesero che smantellassimo e distruggessimo le nostre armi nucleari quale principale condizione. Rifiutarono di scambiare tecnologia asserendo che noi non eravamo spiritualmente capaci di gestire la tecnologia che già possedevamo. Credevano che noi avremmo usato qualsiasi nuova tecnologia per distruggerci l’un l’altro. Questa razza affermò che avevamo preso un percorso di autodistruzione e dovevamo cessare di ucciderci l’un l’altro, di inquinare la Terra, di depredare le risorse naturali, ed imparare a vivere in armonia. Queste condizioni generarono forti sospetti, specialmente la principale condizione di disarmo nucleare. Si credette che l’accettazione di tale condizione c’avrebbe lasciati indifesi di fronte ad una chiara minaccia aliena. Noi non avevamo nulla nella storia che ci potesse aiutare con tale decisione. Il Disarmo nucleare non venne considerato quale miglior interesse per gli Stati Uniti. Le offerte furono rifiutate. Più tardi nel 1954 la razza di alieni Grigi che stavano orbitando attorno la Terra sbarcarono alla Base Aerea di Holloman, New Mexico. Fu raggiunto un accordo di base. Questa razza si identificò come originaria di un pianeta attorno ad una stella rossa nella Costellazione di Orione che noi chiamiamo Betelgeuse. Loro affermarono che il loro pianeta stava morendo e in futuro, chissà quando, non sarebbero più stati in grado di sopravvivere là. Tutto ciò portò ad un secondo atterraggio alla Base Aerea di Edwards ( avvenuto il 20 Febbraio1954 ndr. ). L'evento storico era stato progettato in anticipo ed i dettagli del trattato erano già stati concordati. Eisenhower aveva pianificato di stare a Palm Springs in vacanza. Nel giorno stabilito il Presidente fu condotto in sordina alla base e la scusa che fu data alla stampa e che era andato da un dentista per una visita. Eisenhower incontrò gli alieni ed un trattato formale tra la Nazione Aliena e gli Stati Uniti d’America fu firmato”. Tra l’altro sempre in base alle informazioni di Cooper emerge che all’evento in questione ( e questo conferma quanto scritto da Light ndr. ) parteciparono anche Franklin Allen dell’Hearst Newspapers, Edwin Nourse di Brookings Institute, Gerald Light del noto Metaphysical Research, e il Vescovo Cattolico MacIntyre di Los Angeles.

La loro reazione fu giudicata come un microcosmo di come sarebbe stata quella pubblica e sulla scorta di ciò si decise che il pubblico non poteva essere informato. “Entrambe, questi sbarchi ( rivela Cooper ) ed il secondo incontro furono filmati. Le pellicole esistono tuttora. Il trattato affermava che: Gli Alieni non avrebbero interferito nei nostri affari e noi non avremmo interferito nei loro. Noi avremmo tenuta segreta la loro presenza sulla Terra. Loro ci avrebbero fornito tecnologia avanzata ed aiutato nel nostro sviluppo tecnologico. Loro non avrebbero stipulato nessun trattato con qualsiasi altra nazione della Terra. Avrebbero rapito esseri umani in numero limitato e periodicamente per fare esami medici e monitorare il nostro sviluppo con l’accordo che non sarebbero stati feriti, sarebbero stati riportati nel punto dove erano stati presi, che i rapiti non avrebbero avuto nessun ricordo dell’evento e che la Nazione Aliena avrebbe fornito al MJ-12 una lista di tutti i loro contatti umani ed i rapiti presi regolarmente su base programmata”. Tra l’altro stando a quando dichiara Cooper l’accordo prevedeva la costruzione di basi sotterranee per le attività degli alieni e che due basi sarebbero state costruite per attività congiunte degli Alieni e del Governo degli Stati Uniti. In tali installazioni sarebbero avvenuti gli scambi di tecnologia.

Queste basi aliene sarebbero state costruite sotto la riserva Indiana nell’area dei “4 corners” ( i 4 angoli ) tra Utah, Nuovo Messico, Arizona, e Colorado, ed una sarebbe state costruita in Nevada nell'area nota come S-4 situata a circa 7 miglia a sud del confine occidentale dell’Area 51, meglio nota come Dreamland. Non solo, un fondo segreto multimiliardario venne stanziato e gestito dall'Ufficio Militare della Casa Bianca. Questo Fondo sarebbe stato impiegato per costruire più di 75 profonde installazioni sotterranee la cui esistenza sarebbe stata buona parte celata ai successivi Presidenti. A questi ultimi, nel caso avessero chiesto spiegazioni di tali fondi, sarebbe stato detto che servivano per costruire ricoveri sotterranei per il Presidente in caso di guerra. In realtà soltanto alcune di queste strutture furono costruite per tale scopo. Questi fondi occulti stando all’insider americano sarebbero filtrati attraverso l’ufficio del Majesty 12 per poi giungere esternamente ai relativi appaltatori.   
Il punto significativo sulla versione Cooper è che la razza extraterrestre umanoide non era disposta ad effettuare scambi di tecnologie che potevano aiutare lo sviluppo di armi, che invece si era concentrata sullo sviluppo spirituale. Significativamente, le proposte di questi extraterrestri furono  respinte. La conferma che la prima riunione di contatto coinvolse gli extraterrestri e che furono effettivamente respinti per prendere quello che poteva essere considerato una posizione di principio in materia di assistenza tecnica e di armi nucleari, venne dal figlio di un ex comandante della Marina che ha sostenuto che suo padre era stato presente al primo evento di contatto tra il 20-21 Febbraio, 1954. Secondo Charles L. Suggs, un ex sergente del Corpo dei Marines degli Stati Uniti, suo padre Charles L. Suggs, ( 1909-1987 ) era un ex comandante della Marina degli Stati Uniti, che partecipò alla riunione presso la Edwards Air Force Base con Eisenhower.

Il Sgt. Suggs raccontò le esperienze di suo padre dalla riunione in un'intervista 1991 con un ricercatore UFO di spicco:
Il padre di Charlie, Comandante della Marina Charles Suggs accompagnato Pres.. Eisenhower  insieme ad altri il 20 febbraio si incontrarono e parlarono con 2 Nordici dai capelli bianchi con occhi azzurri e labbra incolore. Il portavoce era ad un certo numero di metri di distanza da Ike e non gli permise di avvicinarsi di più . Un secondo nordico stava sulla estesa rampa di un piatto bi-convesso che si trovava sul carrello di atterraggio treppiede sulla pista di atterraggio. Secondo Charlie, c'erano B-58 Hustlers sul campo anche se il primo non ha volato ufficialmente sin dal 1956. Questi visitatori hanno detto che venivano da un altro sistema solare e formularono domande dettagliate sui nostri test nucleari.
Un altro 'informatore' che conferma che il primo contatto con una razza extraterrestre fu respinto per la loro posizione sul principio del trasferimento di tecnologia è figlio del celebre creatore del Lear Jet, William Lear. John Lear è un ex Lockheed L-1011, il capitano che ha volato con più di 150 aeromobili di prova e ha tenuto 18 record mondiali di velocità, e durante la fine degli anni 1960, 1970 e primi anni 1980 è stato un pilota di contratto per la CIA.
Lear ha sviluppato uno stretto rapporto con il direttore della CIA ( DCI ), William Colby, che si occupava di operazioni segrete in Vietnam prima di diventare DCI. Secondo Lear c'era effettivamente stato un avvertimento da parte di un'altra razza prima che l'accordo fosse firmato,  presso Muroc / Edward raccontando quanto segue:


Nel 1954, il presidente Eisenhower incontrò un rappresentante di un'altra specie aliena presso Muroc Test Center, che ora è chiamato Edwards Airforce Base. Questo alieno propose un aiuto per liberarci dei Grigi, ma Eisenhower rifiutò la loro offerta perché non offrivano alcuna tecnologia.


L'idea che si fecero Cooper e Lear fu che più di una razza extraterrestre interagisse con l'amministrazione Eisenhower, idea supportata da altri informatori, come l'ex sergente maggiore Robert Dean che, come Cooper, aveva accesso ai documenti top secret mentre lavorava nella divisione intelligence per il comandante supremo di un importante comando militare degli Stati
In 27 anni di distinta carriera militare di Dean, che prestò  servizio presso il Quartier generale supremo delle potenze alleate in Europa, fu testimone della reale presenza di questi documenti mentre operava sotto il Comandante supremo alleato in Europa. Dean affermò:


Al momento, c'erano solo quattro gruppi, i Grigi erano uno di quei gruppi. C'era un gruppo che sembrava esattamente come noi. C'era un gruppo umano simile a noi grande, che dico grande, erano 6-8 forse a  9 metri di altezza e che erano umanoidi, ma erano molto pallidi, molto bianchi. E poi c'era un altro gruppo che ha avuto una sorta di qualità rettile.

Li avevamo incontrati, i militari e agenti di polizia di tutto il mondo avevano pupille verticali nei loro occhi e la loro pelle sembrava di avere una qualità molto simile a quella che si può trovare nello stomaco di una lucertola.


C'è qualche discrepanza emersa dalle testimonianze su quale base aerea venne utilizzata per il contatto con gli extraterrestri con il presidente Eisenhower e/i funzionari dell'amministrazione Eisenhower. Cooper sostiene che questo si è verificato a Homestead nella base aerea in Florida e non Edwards.
Lear e Suggs sostengono che si sia verificato a Edwards.
Nella sua lettera, Gerald Light indicò un intenso disaccordo tra i funzionari di Eisenhower nel rispondere agli extraterrestri alla riunione Edwards AFB. Tale disaccordo potrebbe presumibilmente  essersi verificato in occasione della richiesta di disarmo da parte degli alieni. Data l'intensità della guerra fredda, i funzionari della sicurezza nazionale presenti all'incontro, potrebbero aver deciso che sarebbe stato più prudente cercare migliori condizioni prima di accettare la richiesta degli extraterrestri. La testimonianza di Light implica che la riunione a Edwards non ha portato ad un accordo, ma invece, ha provocato intenso disaccordo tra i funzionari di Eishenhower. In conclusione la versione Lear e Suggs è più attendibile, pertanto la riunione del 'primo contatto' è avvenuta presso la Edwards Air Force Base in 20-21 febbraio, 1954.

 

 

Le rivelazioni di Jimmy Guieu

Come già accennato in precedenza già nel ’54 ma soprattutto negli anni successivi, attraverso indiscrezioni trapelate da presunti testimoni oculari o informati dei fatti, alcuni organi di stampa si occuparono della vicenda così come alcuni studiosi del fenomeno UFO. Anche nel nostro paese ci fu chi si interessò, anche se a distanza di tempo, ai misteriosi fatti di Edwards, in particolar modo il quotidiano "Il Tempo" del 6 gennaio 1963 in un articolo scritto da Bruno Ghibaudi.
Il giornalista italiano noto per la sua attività divulgativa in campo ufologico sia a livello televisivo ( condusse un’inchiesta in Italia per la Rai sugli UFO in seguito cancellata ) ma soprattutto attraverso inchieste pubblicate negli anni ‘60 sul settimanale “La Settimana Incom Illustrata” e il quotidiano “Il Tempo”. In questo articolo Ghibaudi riporta alcune indiscrezioni e conferme ricevute proprio in merito all’incontro di Muroc a cui avrebbe presenziato Eisenhower nel 1954 anche se sono erroneamente riportate alcune imprecisioni sui tempi, la tipologia degli alieni ( ancora oggi oggetto di discussione ) e su alcuni dei testimoni. “C’è da chiedersi ( scrive Ghibaudi ) se ci siano stati degli incontri fra i piloti dei dischi volanti e i rappresentanti del Governo degli Stati Unti. E’ chiaro che queste evenienze saranno sempre ufficialmente smentite, data la linea di condotta seguita dal Governo, ma nonostante tutto, sono circolate insistentemente molte voci, considerate veritiere e credibili proprio perché provenienti da fonti attendibili e bene informate. Secondo queste voci, verso la fine del mese di aprile del 1954, 5 astronavi sarebbero atterrate nella base aerea di Edwards, nella California meridionale.

 

Black Out sur les soucoupes volantes by Jimmy Guieu
Black Out sur les soucoupes volantes by Jimmy Guieu

Lo ha pure riferito lo studioso francese Jimmy Guieu nel suo libro Black Out sur les soucoupes volantes ( Tabù sui dischi volanti ), precisando che la notizia, con tutti i relativi dettagli, gli era stata fornita da un suo corrispondente d’oltre Atlantico che era stato testimone oculare dell’avvenimento. Guieu ha inoltre precisato che per ovvi motivi era costretto a tacere il nome del testimone che chiamò genericamente Smith. Secondo, il signor Smith, che passò 2 giorni nella base di Edwards, ove 5 modelli diversi di astronavi scesero nella base americana con i loro occupanti, di forma umana identica alla nostra, che dopo un incontro con i tecnici militari permisero loro di visitarle anche all’interno, fornendo molte spiegazioni sui principi del volo elettromagnetico e sulle strumentazioni di bordo. Dopo aver dato le spiegazioni fondamentali, i piloti dei dischi dimostrarono anche, come sia possibile smaterializzare e rimaterializzare i loro prodigiosi apparecchi. A questo contatto con gli uomini dello spazio, assistettero 3 personalità americane di cui non è stato permesso rivelare il nome, ma solo le caratteristiche generali: si tratterebbe di un parente dell’ex presidente Truman, di un autorevole rappresentante di un’importante agenzia di stampa e di un vescovo della Chiesa Episcopale metodista ( in realtà era cattolico ndr. ). A giudicare dalla presenza di questi 3 personaggi, estranei alla vita abituale di una base aeronautica militare, c’è da supporre che la discesa delle astronavi fosse stata concordata in anticipo. E la cosa non deve meravigliare troppo. Smith disse inoltre, che i tecnici americani rimasero sbalorditi della discesa delle astronavi, sia per il fatto in sé che per quanto videro nel loro interno.

E possiamo capirli. Da quanto si era presentato sotto i loro occhi, non era difficile risalire alla prodigiosa evoluzione tecnica degli uomini venuti dallo spazio. Dopo una dimostrazione di questo genere, si pensò che il presidente Eisenhower facesse qualche dichiarazione in tal senso, ma la Casa Bianca dimostrò di ignorare l’avvenimento. Anzi, quando la notizia trapelò e incominciò a diffondersi, suscitando un comprensibile stato d’ansia e di agitazione, il Pentagono si premurò di smentirla recisamente. Ma la smentita, come avviene nella maggior parte dei casi, non convinse e anzi, stimolò una curiosità ancora più acuta. Desmond Leslie, uno studioso americano degli UFO ( ndr. Sir Desmond Leslie era Inglese ), che ha già parecchi libri al suo attivo sull’argomento, si preoccupò di svolgere un’indagine personale. Egli interrogò alcuni tecnici della base di Edwards ma ottenne solo risposte evasive. Evidentemente non c’era nessuno così coraggioso e così pazzo da compromettersi in una faccenda piuttosto scottante e delicata come questa. Se le autorità militari avevano minacciato sanzioni tanto gravi per chi rivelava rapporti su semplici avvistamenti di dischi, è facile immaginare il rigore con cui avranno cercato di far dimenticare i fatti di Edwards”.

In realtà, Leslie, una testimonianza seppur sintetica che confermò l’atterraggio alieno in California riuscì ad averla.

Leslie durante il suo soggiorno nell’estate del 1954 a Los Angeles condusse delle ricerche proprio nei pressi di Muroc, divenuta poi Base Edwards. La testimonianza venne raccolta da George Hunt Williamson in un'intervista per la rivista Valor il 9 ottobre di quell’anno. Lo studioso inglese, sembrerebbe, che rintracciò un membro dell’Aeronautica Militare americana che gli confermò che “il Presidente Eisenhower in occasione di una sua visita a Palm Springs era venuto a Muroc per vedere oggetti volanti extraterrestri lì atterrati”. Uno di questi oggetti, un disco volante largo 35 metri, atterrato sulla pista, era stato sistemato presso l’Hangar 27 e posto sotto stretta sorveglianza. Inoltre, stando alla testimonianza raccolta da Leslie, il presidente avrebbe dato un’occhiata alla nave spaziale durante la sua permanenza a Palm Springs. Tra l’altro, questo membro dell’Aeronautica, che a sua volta aveva realmente “visto la nave spaziale”, gli aveva confidato che “un certo giorno…uomini ritornati improvvisamente da una licenza non erano stati autorizzati a rientrare nella base e avevano ricevuto l’ordine di levarsi di torno. Ad altri, gli effetti personali di cui avevano bisogno erano stati riconsegnati mentre loro aspettavano davanti al cancello. E uomini che si trovavano nella base non avevano avuto il permesso di uscire per nessuna ragione”.


Il 1954 successivo accordo con gli extraterrestri

 

Secondo le testimonianze esaminate finora, il 20-21 Febbraio del 1954 l'incontro non ha avuto successo, e gli extraterrestri furono “allontanati” a causa del loro rifiuto di avviare scambi di tecnologie in cambio del disarmo nucleare degli Stati Uniti e presumibilmente altri, per grandi potenze mondiali. Cooper descrive le circostanze di un successivo accordo raggiunto dopo il fallimento del primo incontro. Anche se Cooper ha una versione diversa per le date e orari per le  riunioni del 1954,  ma concorda sul fatto che ci sono stati più incontri con gli extraterrestri, il presidente Eisenhower e/i funzionari dell'amministrazione Eisenhower.
Più tardi nel 1954, la razza di alieni Grigi che stavano orbitando attorno la Terra sbarcarono alla Base Aerea di Holloman, New Mexico. Fu raggiunto un accordo di base. Questa razza si identificò come originaria di un pianeta attorno ad una stella rossa nella Costellazione di Orione che noi chiamiamo Betelgeuse. Loro affermarono che il loro pianeta stava morendo e in futuro, chissà quando, non sarebbero più stati in grado di sopravvivere là.
L'incontro di Holloman presso il sito Air Force Base in New Mexico diede luogo a successivi incontri extraterrestri con gli stessi extraterrestri dove verrà mostrato il Trattato firmato 1954.
Nel 1972-1973, ad esempio, i produttori Robert Emenegger e Allan Sandler, erano presumibilmente stati proposti per filmare l' incontro che coinvolse extraterrestri grigi a Holloman Air Force Base nel 1971.

Un'altra fonte sul trattato firmato è Phil Schneider, un  ex ingegnere del governo, Geologo ed esperto di esplosivi, che fu coinvolto nella costruzione di installazioni sotterranee che coinvolgono extraterrestri.
Egli, ebbe modo di lavorare in strutture quali l’Area 51, S-4 e Los Alamos. Schneider avrebbe contribuito alla costruzione di due principali basi sotterranee negli Stati Uniti che hanno a che fare con ciò che è noto come il Nuovo Ordine Mondiale. 
Egli ha rivelato la sua conoscenza del trattato di seguito:
La conoscenza di Schneider del trattato sarebbe venuta dalla sua familiarità con una serie di progetti ombra compartimentalizzati e dell’interazione avuta con personale che lavorava con gli alieni. Un'altra fonte dell'accordo che è stato firmato è il dottor Michael Wolf, che sostiene di aver fatto parte di vari comitati di definizione delle politiche competenti per gli affari extraterrestri per 25 anni.
Egli sostiene che l'amministrazione Eisenhower ha stipulato il trattato con un extraterrestre e che questo trattato non è mai stato ratificato come costituzionalmente necessita.
Significativamente, un certo numero di informatori sostengono che il trattato che è stato firmato comprende qualche costrizione da parte degli extraterrestri. Phillips ha inoltre dichiarato che ci sono testimonianze ed una documentazione filmata degli incontri in California avvenuti nel 1954 tra gli alieni e leader degli Stati Uniti e la preparazione per un successivo accordo.
“Abbiamo testimonianze dal 1954 ( dichiara Phillips ) di quegli incontri tra i leader di questo paese e gli Alieni qui in California. E, da quanto ho capito dalla documentazione scritta, ci fu chiesto se noi avremmo permesso loro di stare qui e di fare ricerche. Lessi, che la nostra replica fu:


bene, come possiamo fermarvi? Siete così avanzati.


E vorrei dire attraverso questa telecamera, che fu il Presidente Eisenhower che ebbe questo incontro”. Philip, allude ad un trattato firmato dall'amministrazione Eisenhower con gli extraterrestri nelle sue memorie. Egli scrisse:


"abbiamo negoziato una sorta di resa con loro ( gli extraterrestri ) finché non abbiamo potuto combattere.

Hanno dettato le condizioni perché sapevano ciò che più temevamo fosse la divulgazione".


Secondo Corso una "resa negoziata suggeriva che un qualche tipo di accordo o "trattato" era stato raggiunto e che non era felice . Che cosa sappiamo degli Extraterrestri Grigi che hanno firmato il trattato?
Secondo Cooper, gli extraterrestri grigi che firmarono il Trattato non erano affidabili:


Nel 1955 divenne ovvio che gli alieni avevano ingannato Eisenhower ed avevano infranto il trattato. Esseri umani mutilati furono trovati insieme ad animali mutilati per tutti gli Stati Uniti. Si sospettò che gli alieni non stavano fornendo al Majesty 12 un elenco completo di umani contattati e addotti e si sospettò che non tutti i rapiti erano ritornati.
Allo stesso modo, Lear sostenne che gli extraterrestri ruppero rapidamente il trattato e che non ci si poteva fidare:
un accordo in particolare, tecnologia avanzata dagli alieni in cambio di un numero molto piccolo di persone da rapire a patto che ci venga periodicamente fornito un elenco delle persone rapite. Ottenemmo qualcosa dalla tecnologia ma scoprimmo che i rapimenti superavano di un milione di volte quello che avevamo ingenuamente accettato.
Altri informatori dissero lo stesso, che degli extraterrestri che firmarono il trattato con Eisenhower non ci si poteva fidare. Schneider affermò che, nonostante le disposizioni del trattato sul numero di esseri umani che dovevano essere "rapiti" per gli esperimenti", gli alieni alterarono l'affare fino a quando decisero che non l'avrebbero rispettato affatto".


Le conferme di Philip Schneider e Don Phillips

Quanto appena esposto delineerebbe uno scenario che risulta decisamente difficile da credere, eppure alcune delle informazioni date da Cooper soprattutto in merito al presunto trattato con gli alieni e le basi sotterranee è stato confermato da rivelazioni rilasciate da altri ex insider tra cui l’americano Philip Schneider.  Nel maggio 1995, Schneider iniziò a tenere delle conferenze su quello che lui aveva scoperto durante la sua carriera, della sua familiarità con una serie di progetti ombra compartimentalizzati e dell’interazione avuta con personale che lavorava con gli alieni. 7 mesi dopo il 17 gennaio 1996 ( non prima di aver subito diversi tentativi di attentato alla sua vita ), fu giustiziato in circostanze misteriose e secondo alcuni amici, nonché la ex-moglie, sarebbe stato torturato ripetutamente prima della sua morte. Del resto, in più di una circostanza disse pubblicamente che era segnato e sapeva che non sarebbe vissuto a lungo. Nel corso di una conferenza nel maggio del ’95 sulla basi sotterranee dichiarò che: “nel 1954, sotto l’amministrazione Eisenhower il governo federale decise di raggirare la Costituzione degli Stati Uniti e stipulare un trattato con entità aliene. Tale accordo fu chiamato Trattato Greada del 1954, il quale fondamentalmente originò l'accordo secondo cui gli alieni avrebbero potuto prelevare alcuni capi di bestiame e esaminare le loro tecniche di impianto su alcuni esseri umani, ma avrebbero dovuto fornire i dettagli completi delle persone coinvolte. Lentamente però gli alieni vennero meno agli accordi cosa che venne scoperta però solo a distanza di tempo”. Un’altra autorevole testimonianza che conferma anch’essa l’incontro di Eisenhower del ’54 ed il presunto trattato con alieni fornita dall’ex aviere dell’USAF Don Phillips, nell’ambito del The Disclosure Project di Steven Greer nel 2001. Don Phillips è stato nell’USAF presso la base aerea di Las Vegas ed ha lavorato insieme a Kelly Johnson alla Lockheed Skunkworks, alla progettazione e costruzione dei velivoli U-2 ed SR-71 Blackbirded è stato anche un appaltatore della CIA ( ovvero un contractor ). Phillips ha rivelato che noi non solo abbiamo questi velivoli extraterrestri, dal loro studio abbiamo realizzato anche tecnologie avanzate e che, negli anni 50, la Nato indagò sull’origine delle razze aliene e disseminò rapporti ai leader di vari paesi.

L’Unione Sovietica fu sospettata di interagire con loro, e ciò risultò essere vero. Gli alieni affermarono che loro stavano, ed era così, manipolando masse di persone attraverso società segrete, la stregoneria, la magia, l’occulto, e la religione. Dovete capire che questa affermazione potrebbe essere anch’essa una manipolazione. Dopo diversi duelli aerei dell’Aeronautica Militare con i velivoli alieni divenne chiaro che le nostre armi non avrebbero potuto nulla contro di loro”.

 

Fonte

Laura Eisenhower i complotti gli alieni e progetti segreti

Laura Eisenhower
Laura Eisenhower

Ecco la dichiarazione completa Ufficiale avvenuta al Simposio Mondiale di San Marino il 30/03/2014. Tale dichiarazione ufficiale ( ma in versione inglese ) in PDF potete scaricarla qui:

Laura Eisenhower Disclosure San Marino 2014 in inglese
Laura Eisenhower Disclosure San Marino
Documento Adobe Acrobat 173.5 KB

Insolita dichiarazione di Laura Magdalena Eisenhower: “Gli alieni sono già tra noi ma il governo non vuole che lo sappiamo”
In un'intervista con Alfred Lambremont Webre su ExopoliticsTV, la cosmologa Laura Maddalena Eisenhower afferma che un invasione aliena si è già verificata ma i governi non vogliono farci sapere nulla.
Ribadendo la sua dichiarazione al Simposio Mondiale di San Marino, la signora Eisenhower ( nipote di Eisenhower ) ha dichiarato:


“C'è stata, e c'è tutt’ora, una copertura enorme in termini di contatto extraterrestre dei nostri governi e un gran segreto per coloro che sono stati rapiti e contattati, questo è dovuto dal fatto, che l’invasione è già avvenuta e non vogliono farci sapere. Questa invasione, si è infiltrata su tutti i settori della nostra società, nonostante i parecchi cover-up, per molti è palesemente evidente. Quando guardiamo una qualche testimonianza di informatori, dovremmo pensare, che dietro sia avvenuto un qualche tipo di accordo con un gruppo di alieni e, secondo le mie ricerche, questo ebbe inizio molto prima che  l’ex presidente degli Stati Uniti Dwight D. Eisenhower, ( bisnonno della signora Eisenhower ), entrò a far parte del governo.”


Per cominciare, vorrei condividere una citazione del mio bisnonno presidente Eisenhower del suo discorso di addio alla nazione del 17/01/1961.

“Nei consigli di governo, dobbiamo guardarci contro l’acquisizione di influenza indebita, sia che venga richiesta o no da parte del complesso militare-industriale. Esiste il potenziale per l’incremento disastroso di un potere esterno, e persisterà. Non dobbiamo mai lasciare che il peso di questa combinazione metta in pericolo le nostre libertà o i processi democratici.

Non dobbiamo dare nulla per scontato. Solo un avviso ai cittadini, e la giusta informazione potrà indurre il corretto ingranamento dell’enorme macchinario industriale e militare di difesa con i nostri metodi e gli obiettivi pacifici, in modo che la sicurezza e la libertà possano prosperare insieme”.

Essendo una discendente di Dwight David Eisenhower, mi ha aperto tutto ciò che ha avuto a che fare con il suo famoso discorso riguardo il Complesso Militare Industriale. Inoltre, mi ha aiutato a comprendere meglio la responsabilità che ciascuno di noi ha come cittadino, nel fare attenzione e nel cercare di essere sempre ben informati per poter esprimere i nostri metodi e gli obiettivi pacifici. Molti di noi sono nati con le soluzioni ed è arrivato il momento di fare sentire la nostra voce. Nessuno si prende cura delle nostre preoccupazioni e dei nostri figli, che attualmente non hanno alcun futuro reale, se non quello di vivere in una società asservita ( schiavizzata, sottomessa ). Dopo aver visto e sentito tante voci nell’arco della mia vita riguardo le “riunioni” fra alieni e Eisenhower, decisi di iniziare una ricerca personale sul tema e successivamente, scoprii che il mio percorso mi portava a svolgere ulteriori ricerche, da cui, successivamente, ricavai altre informazioni. La cosa più importante è che mi sono resa conto che non si trattava solo di voci.
Ci tengo a dirvi, che nulla di ciò che condivido proviene da altri membri della famiglia. Tutto proviene dalle mie opinioni, esperienze, teorie e fatti in maniera indipendente.
La creazione di Protocolli di Contatto, in caso di un contatto aperto con gli alieni è estremamente importante.
Nell’arco degli anni, c’è stata una massiccia copertura in relazione ai contatti alieni con i nostri governi, e lo stesso vale per i rapimenti e/o contatti alieni. Il problema è che molte delle vittime o contattati lo sanno, ed è ovvio che una qualche tipo di invasione aliena è già in corso da parecchio tempo, anche se i governi non lo ammetteranno mai, perché considerano certe informazioni, non di pubblico dominio.
In questi anni, mi sono occupata dello studio e ricerche sulla visione a distanza ( remote viewing RV ), canalizzazione, le presunte razze aliene e la Storia Galattica, e in qualche modo, faccio parte di una missione che mi ha portata in questo regno energetico misterioso fin dall’infanzia.
Mi occupo anche di svolgere sessioni con persone che hanno sperimentato un contatto e/o rapimento, ed è per questo che nella mia mente non c’è più spazio per i dubbi.

Sono fermamente convinta che gli alieni stanno interagendo con l’umanità. Sono consapevole che alcuni pezzi del mio puzzle potrebbero essere sbagliati o essere falsi, ma molti di questi sono degni di fiducia. Inoltre, come dirò più tardi, nel 2006 sono stata reclutata per uscire fuori, sul pianeta Marte, che è un luogo legato ai trattati segreti, di un progetto conosciuto con il nome “Alternativa 3”.

Triste realtà

E’ inutile, non possono negare che stanno modificando il clima rilasciando alcuni composti chimici nei nostri cieli. E se ancora oggi la gente non ci crede, si prega di indagare sul lavoro svolto da Dane Wiggington, che è un esperto in questo campo e anche Scott Stevens, un ex meteorologo. In realtà, tutto quello che dobbiamo fare è guardare il cielo per renderci conto che c’è qualcosa di anomalo, e di sbagliato.
Si tratta anche del disastro di Fukushima, la geoingegneria, gli alimenti geneticamente modificati, le false notizie dei media, il controllo stesso dei media, il controllo mentale, i possibili falsi scenari di un’invasione aliena, i possibili falsi maestri ascesi, la minaccia controllata del falso crollo dell’economia, la legge marziale, i campi FEMA e l’istallazione di microchip sui civili.
Per le persone che ascoltano questo per la prima volta, capisco che provocherà in loro amarezza e dolore, ma lo faccio esclusivamente perché so che le cose potrebbero cambiare notevolmente se sapessero che tutto questo è vero.

Non importa che pensiate che io sia imprecisa, lo accetto, quello che vi chiedo è che nel contesto delle rivelazioni di San Marino, manteniate una mente aperta e che farete tutto il possibile per saperne di più e contribuire a rendere questo mondo un posto migliore.


Qui non si tratta di teorie di complotto, ma di una triste realtà, dietro la quale, un Governo Segreto mondiale è tutt’ora attivo.
Un governo ombra che ha le mani su tecnologia aliena.

Tutto questo è stato attentamente pianificato e stabilito tramite un’infiltrazione massiccia nelle zone nelle quali stanno cercando di risolvere questi problemi per proteggerci.
Un informatore, ex agente del M-16 afferma che il Complesso Militare Industriale Extraterrestre ( MIEC ), si sta avvalendo di un sistema di super computer, un progetto oscuro conosciuto come “Tavole del Destino”, che comprende aerosol/scie chimiche, HAARP, e un Sistema Artificiale di controllo mentale e intelligenza per tentare un ecocidio planetario e il genocidio. Questo informatore afferma che i Pleiadiani ci stanno aiutando molto, stanno facendo in modo di liberare l’umanità.
I responsabili e colori che sono coinvolti dovranno essere aiutati a liberarsi da questo controllo mentale di cui sono schiavi. Con così tante segnalazioni di controllo mentale basato sul trauma, molti di quelli coinvolti non sono ancora in pieno possesso di sé. So che per molti tutto questo può risultare difficile da credere, ma dovreste indagare sul lavoro svolto da Cathy O’Brien, Duncan O’Fineoan e Arizona Wilder, e ce ne sono molti altri. E’ una grossa sfida per l’umanità riuscire a comprendere e distinguere coloro che sono qui per aiutare dai “nemici”, ma tutto avviene solo attraverso la comprensione e l’educazione riguardo la nostra Storia Galattica e le verità nascoste che hanno portato la conoscenza al pubblico.
E’ importante anche crescere spiritualmente, quindi non dobbiamo limitarci e farci bloccare dall’espansione delle energie più elevate della Terra. Non si tratta di New Age o sistemi di credenza religiosa, ma si tratta di conoscere di più sul nostro conto, sulla nostra integrità. Dobbiamo rimanere uniti e prenderci cura del nostro pianeta e rispettare le altre forme di vita. Dobbiamo fare ciò che è giusto per noi e per le generazioni future. Dobbiamo cominciare a vedere tutti gli esseri come un’estensione di noi stessi e che dipendono da noi per allineare noi stessi con quello che servirà per il bene più grande dell’umanità e del pianeta. Sicuramente non vi è alcuna prova concreta su tutto ciò che vi presenterò. D’altro canto, nonostante questo, dovremmo cominciare ad affrontare e considerare che sia una reale “storia segreta”.

❖  La prima volta che sentimmo parlare dei Trattati

Nella maggior parte dei casi, quando sentimmo parlare di extraterrestri e le nostre relazioni con i governi, si sentii parlare quasi sempre solo di Eisenhower. Ad esempio, come il Dott. Pinotti e CUN documentarono nel 2000, sappiamo che gli UFO sono stati segnalati in Italia già negli anni '30 e che Mussolini li considerava una nuova arma aerea straniera.
Creò nel 1933 un comitato ufficiale guidato da Guglielmo Marconi, “Gabinetto RS 33″ con l’obiettivo di studiare ingegneria inversa dopo lo schianto di un UFO in Lombardia con il recupero dei 2 piloti di tipo nordico, il Duce, li considerò piloti tedeschi date le sembianze umane. Questi studi italiani sono stati successivamente ereditati dalla Germania nazista.
In ogni caso, negli Stati Uniti, i Trattati di cui si parlava prima, non hanno avuto origine con Eisenhower, anche se esistono molte persone che lo possono dimostrare, mi limiterò ad elencarne alcune.

  • Secondo Jason Bishop III, un informatore della Base Dulce: “Il governo degli Stati Uniti nel 1933 ha accettato di scambiare esseri umani e animali in cambio di Conoscenza e Tecnologia Avanzata, e ha permesso ad un gruppo di alieni di utilizzare basi sotterranee per poter svolgere i loro progetti senza preoccuparsi di nulla, questo avvenne negli Stati Uniti occidentali.”


  • Secondo un informatore ed ex agente della M-16, il primo trattato tra gli alieni Grigi ( ed esseri di tipo rettiliano del sistema stellare Draco ), e il Governo degli Stati Uniti sotto l’amministrazione Roosevelt, fu firmato nel luglio 1934. Nel trattato venne dichiarato che i Grigi avrebbero fornito al governo federale degli Stati Uniti tecnologia avanzata. Ma in cambio, i Grigi potevano procedere senza essere ostacolati con rapimenti umani per l’utilizzo di un loro programma genetico, tutt’ora in corso.


Tutto questo avvenne dopo aver rifiutato l’aiuto dei Pleiadiani che diversamente chiedevano l’eventuale disarmo militare in cambio del loro aiuto. Egli ha anche detto che dopo che il governo degli Stati Uniti rifiutò di lavorare con i Pleiadiani, si avvicinarono a Hitler e i nazisti. I Pleiadiani elaborarono un trattato con Hitler nel quale si parlava di uno scambio di tecnologia che sarebbe avvenuto se lo stesso Hitler non avrebbe attaccato il popolo ebraico. I nazisti svilupparono i loro aerei a forma di disco, grazie alla tecnologia avanzata delle Pleiadi. Nonostante i Grigi siano ben noti nei casi di rapimenti, gli ufologi non hanno segnalazioni di tali eventi, lo stesso vale per gli incontri ravvicinati del terzo tipo con entità rettiliane. Tuttavia, questo non è l’unico informatore ad affermare ciò.
Fu confermato anche dal discusso contattista Billy Meier che la tecnologia di spazio-tempo fu concessa da un gruppo di Pleiadiani nella Germania di Hitler durante il 1933-1934, apparentemente attraverso dei canalizzatori nazisti psichici chiamate le donne “Vrilerinnen”, dove a “capo” c’era Maria Orsich. Quando i Pleiadiani capirono le intenzioni di Hitler, si ritirarono e fu allora che un gruppo di Grigi li avvicinò, concedendogli la pericolosa tecnologia del controllo mentale basato sul trauma. Secondo l’ex agente della M-16, i trattati vengono rinnovati ogni 10 anni. Se queste affermazioni sono vere, questo è lo sfondo che validerebbe gli incontri alieni che hanno avuto luogo nella amministrazione Eisenhower nel 1954. Il nostro governo, all’epoca di Roosevelt, a quanto pare ha ottenuto tecnologie segrete che non comprendevano il controllo mentale, che invece fu concesso ai nazisti dai Grigi, ma erano su dispositivi anti-gravità, metalli e leghe, energia libera e tecnologia medica. Tutto questo in cambio dell’infiltrazione “concessa” ai Grigi nella società umana a diversi livelli, che comprendeva anche la possibilità di clonare alcuni leader mondiali. Quindi entrambe le parti sono state influenzate da questo gruppo di Grigi.

❖  L’infiltrazione continua

Sembra che l’infiltrazione è stato un fattore della 2ª Guerra Mondiale, una Guerra mai vinta. Negli anni di Truman, la gestione del problema ET era un compito che il presidente non poteva gestire da solo. Molti incidenti UFO sembrano aver avuto luogo prima di Roswell nel 1947, e venne archiviato tutto sotto Area 51, dove, molte prove, navi, autopsie aliene ed esperimenti sono stati fatti, e sono ancora in corso.

Pare che gli alieni occupino questa base insieme ad altre persone, come scienziati e personale militare. Morgan Martell ne discute sul suo sito: il “Progetto Paperclip”.
Nel 1946, il presidente Truman autorizzò il Progetto Paperclip. Uno degli obiettivi dell’Operazione Paperclip era di negare la conoscenza scientifica tedesca e altre competenze all’Unione Sovietica e il Regno Unito, così come impedire che la Germania del dopoguerra tornasse a sviluppare i loro progetti militari. Uno dei campi dove medici e psicologi nazisti avevano fatto progressi fu quello di ingegneria sociale e il comportamento negli esseri umani, noto anche come il controllo della mente.
L’OSS ( Office of Strategic Services ) era già attivo nell’Operation Paperclip per più di 3 mesi, prima che Truman diede l’ordine, e molti membri del partito nazista erano entrati negli Stati Uniti. Così l’OSS decise di riciclare le storie naziste, a volte, creando completamente nuove identità, il che ha reso più facile la diffusione e la loro influenza in America.
L’ex agente denunciante dell’M-16, affermò che la CIA fu creata quasi 2 anni dopo questa Legge di Sicurezza Nazionale Americana del 1947, per gestire l’enorme quantità di progetti di controllo mentale occulta, la clonazione, e altri progetti segreti che sono nati successivamente.
Le leggi normali non potevano essere applicane a questi progetti, in questo modo hanno continuato indisturbati nello sviluppo ogni genere di cose. Tutto questo ha convertito la maggior parte dei loro progetti e tecnologie in relazione alla difesa, e così queste nuove armi tecnologiche sono state usate per controllare noi. Anche MJ-12 ( Majestic Twelve ) fu creato da un gruppo che si occupa della ricerca di ET. Nello stesso anno dell’UFO crash di Roswell, dove entità biologiche extraterrestri ( EBE ) entrarono in scena per “presentarsi” come razza.

❖  Alternativa 1,2,3 e Marte

Quando era in carica il presidente Eisenhower, si formò una società segreta nota come JASON Society ( Jason Scholars ) nel 1955, considerato come una branca della Majestic-12, che Truman stabilì durante il suo mandato. La Jason Society è stata creata per vagliare tutti i fatti, le prove, la tecnologia, le menzogne ​​e l’inganno e trovare la verità sulla questione aliena.
Alternativa 1, 2 e 3 sono tre opzioni raccomandate dagli studiosi della JASON Society e sono legate a diversi scenari per evitare possibili opzioni apocalittici o Apocalisse futura, che è più probabile che sia qualcosa di indotto e non naturale, tuttavia, questo non era allora conosciuto da molti, visto che sicuramente non sarebbe d’accordo con loro e penso che questa è una parte del avvertimento dato da Eisenhower ( nel suo famoso discorso ). Nella prima alternativa si discusse sull’utilizzo di dispositivi nucleari per aprire dei buchi nella stratosfera, da cui il calore e l’inquinamento dovrebbero disperdersi nello spazio, il secondo mira a costruire una rete di città sotterranee e gallerie in cui un élite umana verrebbe selezionata per riuscire a sopravvivere, e il terzo, tratta di un programma spaziale segreto sulla colonizzazione di Marte con lo stesso scopo. Venni reclutata per andare su Marte nel 2006, ma ho rifiutato, perché credo nel potere dello spirito umano; la nostra connessione con la Terra e la nostra unità come razza ci permetterà di prevalere, e così, anche il nostro rapporto con la coscienza superiore e le razze aliene altamente evolute, e le loro tecnologie avanzate che sono in armonia con la natura.


Fonte

ET invasion has already occurred and governments do not want us to know

3
3
sito ufologico